IC 3 "PARCO VERDE"

"Ritenendo l’istruzione e l’educazione elementi fondanti e fondamentali per la nostra civiltà e per le generazioni future, noi tutti dobbiamo contribuire al continuo miglioramento di questi essenziali valori"

cropped-scuolamica_2012-133.jpg


Lascia un commento

PRESENTAZIONE UFFICIALE DEL NUOVO POF DELL’IC3 PARCO VERDE

IMMAGINE POF

Il POF è la carta di identità di una scuola, il piano di tutti i piani, la meta da perseguire. In tutte le scuole si formulano piani più o meno coerenti con gli obiettivi da raggiungere ma pochi sono veramente “veri” e realmente attinenti all’ambiente di appartenenza. Il pof non deve essere mai il libro dei sogni ma deve essere sempre la bussola per indicare una rotta, un obiettivo di senso. Quest’anno il nostro POF è innovativo e concreto, abbiamo fatto un buon lavoro di progettazione.

BUON LAVORO …. si parte!

pof allegano in versione pdf  POF 2013/14

IL BLOG SUPERA LE 80.000 VISUALIZZAZIONI

Lascia un commento


Un successo!

Se volevamo farci conoscere ci siamo riusciti. Oltre 80.000 sono state le visualizzazioni del nostro blog. Abbiamo raggiunto tutti i continenti: Europa, Asia, Americhe, Africa ed Oceania.

25 paesi in Europa - ITALIA FRANCIA SVIZZERA GERMANIA INGHILTERRA ED ALTRE
7 in Asia  - RUSSIA MALESIA ARABIA S INDIA HONG KONG SINGAPORE FILIPPINE
6 nelle Americhe - USA ARGENTINA BRASILE CANADA VENEZUELA PERU’
3 in Africa –  MOZAMBICO EGITTO TUNISIA
1 in Oceania - AUSTRALIA

Questa galleria contiene 1 immagine.

cropped-scuolamica_2012-133.jpg


Lascia un commento

IL NUOVO POF

pof

Martedì verrà presentato ai genitori il nuovo POF  della nostra scuola. Tra le novità spicca la nuova programmazione didattica-educativa PER COMPETENZE, l’apertura di sezioni di scuola primaria a 40 ore settimanali e tanti buoni progetti (ginnastica artistica, minibasket, ecc..), il registro elettronico… e tanto di più. Il tema di quest’anno scolastico sarà l’Ecologia.

si allega la brochure e il nuovo POF 2014

Brochure _2014

pof 2013/14


Lascia un commento

I NOSTRI ALUNNI AL SAN PAOLO

nazionale

 

 

 

 

 

 

I nostri alunni, molti di loro per la prima volta, hanno assistito ad un incontro di calcio in uno stadio. Abbiamo assistito alla partita ITALIA-ARMENIA che ha avuto luogo allo stadio San Paolo di Napoli. Una bella esperienza e una fantastica serata insieme ai nostri campioni e a migliaia di studenti in festa …  peccato per il risultato in campo (2-2).

LA NOSTRA SCUOLA … UNA FABBRICA DI EMOZIONI!


Lascia un commento

GOODNEWS: LA NUNZIATELLA RICONOSCE L’IC3 PARCO VERDE DI CAIVANO COME SCUOLA “PRESTIGIOSA”…

http://www.lunaset.it/video/9090/via-allanno-scolastico-della-scuola-militare-della-nunziatella

Mattino logo

Nunziatella, Maria Falcone all’inaugurazione dell’anno scolastico

NAPOLI – Si è aperto con un minuto di silenzio in memoria degli immigrati tragicamente deceduti ieri a Lampedusa, l’inaugurazione dell’anno scolastico 2013/2014 della scuola militare Nunziatella di Napoli, giunta al suo 226esimo corso. Nel corso della cerimonia i rintocchi della Campana del dovere, costruita nel 2012, e fusa nella Pontificia Fonderia Marinelli di Agnone.
Nell’introduzione, il comandante Napolitano ha voluto mettere in evidenza i dati sulle attività svolte negli ultimi tre anni caratterizzate da un trend positivo di adesioni e di collaborazioni con altri istituti di prestigio sia nazionali che campani, come quella con l’istituto comprensivo tre del Parco Verde di Caivano (Napoli) del preside Bartolomeo Perna.
«Quello che sta per prendere il via oggi – ha detto il 77esimo comandante della Nunziatella, colonnello Maurizio Napoletano – è un anno scolastico molto impegnativo: abbiamo deciso di migliorare di più l’offerta formativa con una maggiore attenzione verso le università, come la Federico II, con la quale, quest’anno, abbiamo avviato delle collaborazioni, e sarà ancora di più implementata l’attività sportiva. In sostanza si tratterà di un prodotto di più alto livello rispetto agli anni passati».
Prima del suo intervento, la professoressa Maria Falcone, sorella del giudice ucciso dalla mafia a Capaci insieme alla compagna Francesca Morvillo, ha voluto mostrare agli allievi un toccante video, dedicato al fratello, che ne ha ripercorso la vita, il lavoro e la morte.
«Mi auguro che dietro la morte di mio fratello e di Paolo Borsellino non ci sia nient’altro che la mafia» ha detto Maria Falcone, sorella del magistrato ucciso dalla mafia a Capaci. «Ci sono tanti lati oscuri dietro la loro uccisione: le indagini vanno avanti», ha concluso Maria Falcone.
«Sono qui per da voi oggi per trasmettervi una frase pronunciata da Giovanni che rappresenta il suo testamento – ha detto Maria Falcone – “gli uomini passano, ma le idee restano”: sono parole che mio fratello rivolse a Tommaso Buscetta quando gli annunciò che il conto aperto che aveva con la mafia si sarebbe potuto chiudere solo con la sua morte».
La sorella del magistrato ucciso ha esortato gli allievi ad essere protagonisti del cambiamento diventando veri servitori dello Stato, così come lo fu il fratello, anche se, ha voluto sottolineare Maria Falcone, «la criminalità organizzata non si sconfigge solo con la repressione» ma anche e soprattutto «attraverso l’azione della società civile» che «deve, innanzitutto, combattere l’indifferenza, terreno su cui la mafia è cresciuta».
Dopo la consegna dei premi agli allievi e gli ex allievi particolarmente meritevoli il primo rintocco della «campana del dovere», realizzata nel 2012 dalla fonderia Martinelli, ha dato ufficialmente il via all’anno scolastico 2013/2014.
…. LA DICHIARAZIONE DEL COMANDANTE E’ STATA RIPRESA DA TUTTE LE AGENZIE DI STAMPA PRESENTI (IL MATTINO, ANSA)… CHE SODDISFAZIONE E CHE RICONOSCIMENTI…
Il video della manifestazione


Lascia un commento

TUTTI PAZZI PER LA FRUTTA… DI NUOVO PREMIATI

4CAZRGGTKCAHADDHMCA6C6P92CAXXB5FLCAQ0CRC5CAI2VBZWCAYZV074CA5C1QKJCALPRXWZCA7JXL0HCAK4N226CA8HVYD8CA52D2R2CAUALJJMCARYEYCICAD6GUAECA3JE67ACA4JTVGRCA1B06H2Una nostra alunna, BUONO MARIA, vince il premio fotografico TUTTI PAZZI PER LA FRUTTA indetto dal MINISTERO dell’AGRICOLTURA. Anche l’anno scorso due nostri alunni avevano vinto il prestigioso premio nazionale, le loro foto sono state messe in mostra permanente a Roma e Napoli.

I vincitori del premio vincono una vacanza in un agriturismo, a loro scelta, con tutta la loro famiglia…COMPLIMENTI!

LA NOSTRA SCUOLA SEMPRE PIU’ TITOLATA

http://www.tuttipazziperlafrutta.it/

responsabile dell’iniziativa ELISA BERSANI


Lascia un commento

TUTTI A SCUOLA… con il PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

quirinaleLunedì 23 settembre la nostra scuola parteciperà all’evento che si svolgerà a Roma “TUTTI A SCUOLA”

Una nostra delegazione parteciperà alla manifestazione organizzata dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e dal MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE nei giardini del Quirinale.
La nostra scuola si distingue, da sempre in modo positivo, e partecipa alle manifestazioni più importanti in tutt’Italia (come la NAVE DELLA LEGALITA’ svoltasi a PALERMO nel mese di maggio, premio AMMATURO organizzato dalla Questura di Napoli a luglio,  ecc…) per i meriti e non per le negatività (dispersione ed altro), viene riconosciuta da tutti (o da molti) scuola di qualità e di sostanza, scuola innovativa e concreta.

Il preside PERNA, un gruppo di alunni e una docente partiranno in mattinata dalla stazione di Napoli destinazione Roma in rappresentanza di Caivano, delle sue scuole e della sua gente. L’evento sarà trasmesso su tutte le reti nazionali nel pomeriggio ed avrà sicuramente risalto su tutti i giornali e video-notiziari SKY, Mediaset e RAI (prevista la diretta nel pomeriggio su Raiuno)

Il preside PERNA dichiara “……BELLE SODDISFAZIONI PER IL LAVORO CHE QUOTIDIANAMENTE SVOLGONO I NOSTRI ALUNNI, LE NOSTRE FAMIGLIE E TUTTI “NOI” DELL’IC3 PARCO VERDE DI CAIVANO…..”.


1 commento

ALUNNI SOMARI? L’insegnante torna tra i banchi

tratto da LA REPUBBLICA del 14 settembre 2013

Scuola, corsi obbligatori se gli studenti hanno pessimi test Invalsi. È polemica per la novità inserita nel decreto appena varato: riguarda soprattutto gli istituti del sud

Alunni somari? L'insegnante  torna tra i banchi

                                                                                     ALUNNI somari? La “colpa” è dell’insegnante che li ha preparati e che ora va adeguatamente (ri)formato. Sembra questa la logica che ha ispirato un articolo del decreto-scuola inserito nella versione definitiva apparsa sulla Gazzetta ufficiale. Uno di quei “ritocchi” dell’ultimo momento che divide i sindacati, da una parte, e chi invece ne apprezza i benefici, dall’altra.
La sostanza della norma è che in quelle scuole dove i risultati dei test Invalsi sono “meno soddisfacenti”, cioè inferiori alla media nazionale, gli insegnanti si devono sottoporre a un programma di formazione obbligatoria che avrà il compito di aumentare le conoscenze e le competenze degli alunni, ma anche di incrementare le competenze di gestione, di programmazione e informatiche dei docenti.
Soprattutto quelli che lavorano in particolari contesti come le zone a rischio o a forte concentrazione di immigrati. Il tutto, probabilmente, senza un soldo di retribuzione e non si sa neppure per quante ore pomeridiane di lavoro aggiuntivo. L’unica cosa che si sa è che il governo ha stanziato 10 milioni di euro per il 2014.
Ma dov’è che i risultati dei test Invalsi sono più deludenti? Basta dare un’occhiata al report dell’istituto di Frascati pubblicato pochi mesi fa per rendersi conto che è nel meridione d’Italia che scolari e studenti arrancano maggiormente.
Ogni anno, il test Invalsi misura le competenze in Italiano e Matematica degli alunni di seconda e quinta elementare, prima e terza media e secondo anno delle superiori. I due fascicoli proposti agli alunni italiani contengono domande a risposta multipla o aperta, grafici da interpretare, frasi da completare e altri quesiti per saggiare il livello raggiunto dagli alunni e fare dei confronti tra le diverse aree del Paese.
In Sicilia, con una media nazionale a 200 punti, gli studenti di terza media racimolano in Italiano soltanto 186 punti. Punti che diventano addirittura 181 in Matematica per i ragazzini che frequentano le scuole della Calabria. Ma è al secondo anno delle superiori che il divario Nord-Sud diventa evidente. Tra i 183 punti in Italiano degli adolescenti siciliani e i 214 dei compagni lombardi ci sono ben 31 punti di differenza che salgono ancora se si passa alle competenze in Matematica, dove gli studenti della provincia di Trento riescono ad accumulare ben 226 punti che precipitano a 178 se si prendono in considerazione i quindicenni sardi: ben 48 punti di differenza.
Un gap fra regioni settentrionali e meridionali che permane anche nelle altre classi del monitoraggio. E che riguarda anche gli alunni delle periferie delle grandi città: Roma, Milano, Napoli, Palermo. Ma che secondo i sindacati non dipende dalla preparazione dei docenti. “Sgombriamo subito il terreno – dichiara Francesco Scrima, leader della Cisl Scuola – da possibili equivoci: non sta né in cielo né in terra che si possa scaricare sugli insegnanti ogni colpa per risultati scolastici insoddisfacenti, quando è fin troppo evidente che il peso determinante è delle condizioni di contesto. Chi spende il suo lavoro nelle aree di più acuta emergenza sociale non merita di essere fatto oggetto di banalizzazioni di questa portata”.


3 commenti

MANIFESTAZIONE PER L’INIZIO DELL’ANN0 SCOLASTICO

Mattino logo

Caivano, il nuovo anno scolastico al via all’insegna della legalità

Caivano – Lunedì 16 settembre alle ore 11.00 presso l’Istituto Comprensivo 3 “Parco Verde” di Caivano diretto dal dirigente scolastico dott. Bartolomeo PERNA  avrà luogo la cerimonia di apertura dell’anno scolastico 2013/2014 con la partecipazione straordinaria dell’Esercito Italiano con la Fanfara della Brigata Bersaglieri Garibaldi di Caserta e con un Infoteam che illustrerà le possibilità professionali che la Forza Armata offre attraverso i bandi concorsuali.
Un inizio scolastico all’insegna dei valori e della legalità che ha per tema “Dispersione e recupero dei ragazzi nelle aree a rischio”  e collegato alle attività del progetto F3.


Lascia un commento

PACCHETTO PER LA SCUOLA

Roma, 9 settembre 2013

MIUR: “l’istruzione riparte”, varato pacchetto per scuola, università e ricerca

Via libera in Consiglio dei ministri al pacchetto di misure dal titolo “L’Istruzione riparte” proposto dal ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Maria Chiara Carrozza. Il decreto punta a garantire un avvio sereno del nuovo anno scolastico e accademico. Ma anche a gettare le basi per la scuola e l’università del futuro, restituendo ai settori della formazione centralità e risorse.
Sono previsti interventi sul personale scolastico (dai dirigenti, ai docenti di sostegno), sui libri di testo (nell’ottica di un maggiore risparmio, ma anche dell’innovazione), misure a favore del welfare studentesco (borse per trasporti e mensa, accesso al wireless a scuola). Centrali anche la lotta alla dispersione scolastica, la formazione dei docenti, il potenziamento e l’innovazione dell’offerta formativa e il rilancio dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Per gli studenti e le famiglie 

Welfare dello studente:

  • 100 milioni per aumentare il Fondo per le borse di studio degli studenti universitari a partire dal 2014 e per gli anni successivi. Lo stanziamento è dunque consolidato e non temporaneo.
  • 15 milioni vengono stanziati per il 2014 per garantire ai capaci e meritevoli ma privi di mezzi il raggiungimento dei più alti livelli di istruzione. I fondi saranno assegnati sulla base di graduatorie regionali e  serviranno per coprire spese di trasporto e ristorazione. Potranno accedere alle erogazioni gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.
  • 15 milioni spendibili subito per la connettività wireless nelle scuole secondarie, con priorità per quelle di secondo grado. Gli studenti potranno accedere a materiali didattici e contenuti digitali in modo rapido e senza costi.
  • 6 milioni per il 2014 per borse di studio destinate agli studenti iscritti alle Istituzioni dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica. Le borse saranno erogate in base alla condizione economica e al merito artistico degli studenti. È prevista una graduatoria nazionale di assegnazione.

Libri di testo:

  • Per quest’anno scolastico gli studenti potranno utilizzare liberamente libri di testo nelle edizioni precedenti, purché conformi alle Indicazioni nazionali.
  • 8 milioni complessivi (2,7 per il 2013 e 5,3 per il 2014) vengono stanziati per finanziare l’acquisto da parte di scuole secondarie (o reti di scuole) di libri di testo e e-book da dare in comodato d’uso agli alunni in situazioni economiche disagiate.
  • Cambiano le regole sui tetti di spesa: d’ora in poi dovranno essere i dirigenti scolastici ad assicurarne il rispetto non approvando le delibere del collegio dei docenti che ne prevedono il superamento.
  • I testi cosiddetti ‘consigliati’ potranno essere richiesti agli studenti solo se avranno carattere diapprofondimento o monografico.
  • L’adozione dei testi scolastici diventa facoltativa: i docenti potranno decidere di sostituirli con altri materiali.

Lotta alla dispersione:

  • 15 milioni (3,6 per il 2013, 11,4 per il 2014) per la lotta alla dispersione scolastica. Sarà avviato un Programma di didattica integrativa che contempla il rafforzamento delle competenze di base e metodi didattici individuali e il prolungamento dell’orario per gruppi di alunni nelle realtà in cui è maggiormente presente il fenomeno dell’abbandono e dell’evasione dell’obbligo, con attenzione particolare alla scuola primaria.

Orientamento degli studenti:

  • 6,6 milioni (1,6 per il 2013 e 5 per il 2014) per potenziare da subito l’orientamento degli studenti della scuola secondaria di secondo grado. Sarà coinvolto nel processo l’intero corpo docente. Le attività eccedenti l’orario obbligatorio saranno opportunamente remunerate. Anche le Camere di commercio e le Agenzie per il lavoro potranno essere coinvolte. L’orientamento dovrà partire già dal quarto anno. Le scuole dovranno inserire le loro proposte in merito sia nel piano dell’offerta formativa che sul proprio sito.

Potenziamento dell’offerta formativa:

  • 13,2 milioni (3,3 per il 2014 e 9,9 per il 2015) per potenziare l’insegnamento della geografia generale ed economica. Un’ora in più negli istituti tecnici e professionali al biennio iniziale.
  • 3 milioni per il 2014 per finanziare progetti didattici nei musei e nei siti di interesse storico, culturale e archeologico. I bandi sono rivolti alle scuole, ma anche alle Università e alle Accademie delle Belle Arti e nelle Fondazioni culturali. Si potranno ottenere anche cofinanziamenti da parte di fondazioni bancarie o enti pubblici/privati o da altri enti che ricevono finanziamenti dal Miur.
  • Detrazioni fiscali al 19% anche per le donazioni a favore di università e istituzioni di Alta formazione artistica. Le donazioni dovranno riguardare innovazione tecnologica, ampliamento dell’offerta formativa, edilizia.
  • Parte del Fondo per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa sarà vincolato alla creazione o alrinnovamento di laboratori scientifico-tecnologici che utilizzano materiali innovativi.

Tutela della salute a scuola:

  • Ampliato il divieto di fumo a scuola: viene esteso anche alle aree all’aperto, ad esempio i cortili, che sono di pertinenza degli istituti. Vietato anche l’uso della sigaretta elettronica nei locali chiusi delle scuole.

Per il mondo della scuola 

Continuità del servizio scolastico:

  • Cambia la procedura di assunzione dei dirigenti scolastici: saranno selezionati annualmente attraverso un corso-concorso di formazione della Scuola Nazionale dell’Amministrazione.
  • Nel frattempo, nelle regioni in cui i precedenti concorsi per dirigenti scolastici non si sono ancora conclusi, per garantire il regolare avvio dell’anno scolastico, saranno assegnati incarichi temporanei di presidenza areggenti, assistiti da docenti incaricati. Questi ultimi saranno esonerati dall’insegnamento.
  • Sarà definito un piano triennale di immissioni in ruolo del personale docente, educativo ed ATA- Ausiliario tecnico e amministrativo per gli anni scolastici 2014/2016 (69mila docenti e 16mila Ata nel triennio). Il piano terrà conto dei posti vacanti e disponibili in ciascun anno e dei pensionamenti.
  • E’ prevista l’assunzione di 57 dirigenti tecnici (i cosiddetti ispettori) per il sistema della valutazione vincitori dell’ultimo concorso. L’obiettivo è porre rimedio alla scopertura in organico che è di circa l’80%.
  • Si sblocca l’assunzione degli ATA da gennaio 2014.

Docenti di sostegno:

  • Per garantire la continuità nell’erogazione del servizio scolastico agli alunni disabili, si autorizza l’assunzione a tempo indeterminato di docenti di sostegno (oltre 26.000). Si darà così una risposta stabile a più di 52.000 alunni oggi assistiti da insegnanti che cambiavano da un anno all’altro.

Edilizia scolastica:

  • Per far fronte alle carenze strutturali delle scuole o per la costruzione di nuovi edifici le Regioni potranno contrarre mutui trentennali, a tassi agevolati, con la Banca Europea per gli Investimenti, la Banca di Sviluppo del Consiglio d’Europa, la Cassa depositi o con istituti bancari. Gli oneri di ammortamento saranno a carico dello Stato.
  • Gli edifici utilizzati come sede di attività didattica dalle istituzioni scolastiche paritarie gestite da Onlus sono esentate dal pagamento dell’imposta municipale sugli immobili.

Dimensionamento:

  • A partire dall’anno scolastico in corso sarà un accordo in Conferenza Unificata, e non lo Stato, a definire i criteri e le modalità del dimensionamento scolastico.

Formazione dei docenti:

  • 10 milioni per il 2014 per la formazione del personale scolastico. In particolare, la norma punta ad un rafforzamento delle competenze digitali degli insegnanti, della formazione in materia di percorsi scuola-lavoro e a potenziare la preparazione degli studenti nelle aree ad alto rischio socio-educativo.
  • Altri 10 milioni nel 2014 serviranno per l’accesso gratuito del personale docente di ruolo della scuola nei musei statali e nei siti di interesse archeologico, storico e culturale.

Formazione Artistica musicale e coreutica:

  • 3 milioni sono stanziati per il 2014 in favore degli Istituti superiori di Studi Musicali pareggiati al fine di garantire la continuità della didattica e rimediare alle loro difficoltà finanziarie.
  • Sempre per garantire la continuità didattica, i contratti a tempo determinato dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica (Afam) attivati lo scorso anno accademico possono essere rinnovati per il successivo.

Per il sistema universitario e della Ricerca:

Misure di semplificazione:

  • Il cosiddetto bonus maturità è abrogato. Una commissione è attualmente al lavoro per definire proposte alternative per la valorizzazione del percorso scolastico.
  • A partire dall’anno accademico 2013/2014, l’importo dei contratti dei medici specializzandi è determinato acadenza triennale e non più annuale. L’ammissione alle scuole di specializzazione avverrà sulla base di una graduatoria nazionale.
  • La durata del permesso di soggiorno degli studenti stranieri è allineata a quella del loro corso di studi o di formazione, nel rispetto della disciplina vigente sulle certificazioni degli studi e dei corsi formativi.

Qualità della ricerca scientifica:

  • Per valorizzare il merito e l’eccellenza nella ricerca, la quota premiale del fondo di finanziamento degli enti di ricerca (almeno il 7% del Fondo totale) è erogata, in misura prevalente, in base ai risultati ottenuti nel procedimento di valutazione della qualità della ricerca (VQR).
  • Ricercatori, tecnologi e personale di supporto alla ricerca, per un massimo di 200 unità, potranno essere assunti dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia per attività di protezione civile, di sorveglianza sismica e vulcanica, nonché di manutenzione delle reti di monitoraggio.
  • Sono previste misure per facilitare l’assunzione di ricercatori e tecnologi da parte degli enti di ricerca.


Lascia un commento

RISULTATI INVALSI

L’INVALSI ha restituito i dati acquisiti con le prove svolte nel mese di maggio dai nostri alunni. I risultati sono non incoraggianti ma neanche troppo negativi. Dalla lettura attenta dei dati emerge con chiarezza che la nostra scuola è vicina ai parametri medi delle altre scuole del sud ma molto distante da quelle del nord. Bisognerà lavorare tanto per eliminare questo odioso gap e dare ai nostri allievi le pari opportunità in ambito formativo e, soprattutto, nell’ambito dei risultati, ovvero nelle competenze acquisite.

Si allega file delle tabelle di rilevazione dei dati: RISULTATI INVALSI 2012 


Lascia un commento

ASSEGNAZIONE AI PLESSI E ATTRIBUZIONE INCARICHI: decide il Dirigente Scolastico

La Corte di Appello di Napoli (sez. lavoro) con la sentenza n. 5163/2013 ha stabilito che le materie di cui all’art. 6, comma 2, lettere h), i) ed m) del CCNL scuola non sono oggetto di contrattazione integrativa di istituto. Gli articoli del CCNL di cui si parla sono:

h. modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell’offerta formativa e al piano delle attività e modalità di utilizzazione del personale ATA in relazione al relativo piano delle attività formulato dal DSGA, sentito il personale medesimo;
i. criteri riguardanti le assegnazioni del personale docente, educativo ed ATA alle sezioni staccate e ai plessi, ricadute sull’organizzazione del lavoro e del servizio derivanti dall’intensificazione delle prestazioni legate alla definizione dell’unità didattica.

Ritorni pomeridiani

m. criteri e modalità relativi alla organizzazione del lavoro e all’articolazione dell’orario del personale docente, educativo ed ATA, nonché i criteri per l’individuazione del personale docente, educativo ed ATA da utilizzare nelle attività retribuite con il fondo di istituto

I passaggi fondamentali della sentenza di Napoli riguardano quindi l’assegnazione ai plessi e l’attribuzione degli incarichi da parte del dirigente, che sono di sua esclusiva competenza e sui quali quindi non c’è contrattazione sindacale: “Le materie di cui alle lettere h), i) ed m) non riguardano la regolamentazione degli obblighi o dei diritti che incidono in via diretta sul rapporto di lavoro ma la definizione di regole riguardanti l’organizzazione degli uffici o la gestione di attività particolari quali quella retribuita con il fondo d’istituto. La ratio legis degli ultimi interventi normativi tende a rafforzare notevolmente le prerogative dirigenziali e pertanto si porrebbe in insanabile contrasto con la attribuzione alla contrattazione (nazionale e/o integrativa) proprio dell’attività di determinazione dei criteri per l’individuazione e l’assegnazione del personale agli uffici ed alle attività di cui alle lettere h), i) ed m) in cui maggiormente si realizza il ruolo organizzativo del dirigente. Il legislatore, nella scelta dell’espressione “misure inerenti la gestione delle risorse umane” contenuta nell’art. 5, co. 2 del D.lgs. 165/2001, ha volutamente utilizzato una dizione generica che ricomprendesse l’insieme delle attività necessarie all’espletamento del potere organizzativo/gestionale sia attraverso la determinazione di criteri, sia tramite l’emanazione di provvedimenti sia attraverso la definizione di procedure. Il Dirigente scolastico è pienamente legittimato a escludere dall’ambito della contrattazione collettiva integrativa le materie di cui alle lettere h), i) ed m) in virtù dell’attribuzione delle stesse alle sue dirette prerogative.”

L’ANP commenta così la decisione del tribunale di Napoli:” Questa sentenza pone anche un punto fermo in materia di relazioni sindacali circa il confine tra materie oggetto di contrattazione e materie che rientrano in via esclusiva (salvo informazione preventiva se prevista) tra i poteri organizzativi del dirigente scolastico. Sono trascorsi oramai tre anni dall’inizio dei fatti. I contratti integrativi di istituto sono stati fortemente smagriti per finanziare gli scatti automatici di anzianità in completa controtendenza rispetto alla necessità di premiare il merito. I sindacati del Comparto Scuola se la pigliano con i dirigenti che rispettano la legge sulle materie contrattabili nonostante le risorse contrattuali da distribuire ai più bravi siano sempre di meno.” E ancora: “Su tali materie il dirigente scolastico è tenuto a elaborare autonomamente i criteri e le modalità relative alle misure organizzative e di gestione del personale e, naturalmente, deve anche rendere informazione preventiva alla parte sindacale prima di adottare i relativi provvedimenti. Questa interpretazione – l’unica ragionevole e coerente con il quadro ordinamentale relativo alle amministrazioni pubbliche contrattualizzate per effetto della legge 421/1992 e, più di recente, innovato dal d.lgs. 150/2009 – stenta ad essere accettata dalle organizzazioni sindacali perché non consente più loro di attuare, come invece accadeva in passato, alcuna forma di cogestione delle scuole. L’attività gestionale, infatti, è rimessa alla esclusiva responsabilità del dirigente scolastico che, ricordiamo, è l’unico soggetto responsabile dei risultati del servizio.”

file sentenza tribunale di NAPOLI  sencoapna5163_13


Lascia un commento

PROPOSTE DI PROGRAMMAZIONE E DI PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PER COMPETENZE

I dipartimenti della scuola primaria e della scuola dell’infanzia hanno elaborato delle proposte per la programmazione e la progettazione educativo-didattica per competenze molto interessanti. Allego i documenti che verranno presentati al collegio nei prossimi giorni. La nostra scuola è una scuola in movimento, sempre al passo dei tempi ed innovativa.

SCUOLA PRIMARIA   istituto-comprensivo-3-parco-verde-caivano-relazione-modificata2 + sostegno SOSTEGNO + PROPOSTE DI PROGRAMMAZIONE E DI PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PER COMPETENZE PowerPoint

SCUOLA INFANZIA    relazione di inizio (1)

MANCA LA PROPOSTA DELLA SCUOLA MEDIA


Lascia un commento

EDILIZIA E SICUREZZA DELLE SCUOLE

Edilizia scolastica e sicurezza: dal D.L. “FARE” un’opportunità per i dirigenti

Con il D.L. 21 giugno 2013, n. 69, Disposizioni urgenti per il rilancio dell’economia “Fare” (GU n.144 del 21-6-2013 – Suppl. Ordinario n. 50) sono state stanziate risorse per innalzare il livello di sicurezza degli edifici scolatici. L’art. 18, commi da 8 a 8 septies, stabilisce che le amministrazioni comunali e provinciali possono presentare entro il 15 settembre alle Regioni «progetti esecutivi immediatamente cantierabili di messa in sicurezza, ristrutturazione e manutenzione straordinaria degli edifici scolastici». A loro volta le Regioni dovranno stabilire una graduatoria delle situazioni più critiche da presentare al MIUR entro il 15 ottobre 2013. Par di capire che detti progetti saranno finanziati con le risorse disponibili in base alla ripartizione regionale dell’ammontare complessivo stanziato dalla Legge (150 mln per il 2014).

I dirigenti possono cogliere l’opportunità per ribadire agli enti locali le richieste di messa in sicurezza degli edifici delle loro istituzioni scolastiche. Queste richieste, ai sensi del terzo comma dell’art. 18 del D.Lgs. 81/2008, sollevano dalle responsabilità connesse alla normativa antinfortunistica.


Lascia un commento

COMUNICAZIONI INTERNE: calendario delle attività di settembre

Calendario delle attività di settembre

2 settembre – presa di servizio ore 10 - ATTENZIONE: SOLO PER I TRASFERITI E PER I DOCENTI CON ASSEGNAZIONE/UTILIZZAZIONE
3 settembre – collegio dei docenti ore 10 – TUTTI

gli impegni nei giorni successivi saranno resi noti durante il primo collegio

12 settembre – inizio delle attività didattiche (finalmente inizia la scuola) , le prime classi (scuola dell’infanzia, primaria e media) inizieranno alle ore 9.30, per tutte le altre orario 8.30 – 12.30 fino al 30/9… salvo modifiche

16 settembre – manifestazione apertura anno scolastico con le autorità ore 11 presso i giardini della direzione


Lascia un commento

DISABILITA’: MATERIALI on line

Il Ministero della P.I. ha messo a disposizione un file nel quale ha inserito una lista di siti web di scuole e enti di formazione che hanno prodotto materiale per supportare gli insegnanti nel loro quotidiano lavoro con i bambini con disabilità.

si allega file per consultare il materiale e scaricarlo gratuitamente  disabilita_azione 6


Lascia un commento

FRUTTA NELLE SCUOLE

frutta-nelle-scuole

La nostra scuola, IC 3 PARCO VERDE,  risulta inserita nell’elenco delle istituzioni partecipanti al progetto FRUTTA NELLE SCUOLE insieme all’IC MILANI. Se riusciremo ad entrare nel novero delle scuole scelte, richiesta fatta in ritardo, tutti i nostri alunni, della scuola primaria, potranno fare merenda con frutta fresca di stagione offerta dal MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI.

ricordi: DUE NOSTRI ALUNNI HANNO PARTECIPATO E VINTO IL PREMIO TUTTI PAZZI PER LA FRUTTA 2012
il sito TUTTI PAZZI PER LA FRUTTA http://www.fruttanellescuole.gov.it/contenuti/bambini-artisti-promuovere-una-alimentazione-sana

file allegati

Elenco_tutti i Plessi_Iscritti_as_2013_2014         file locandina  locandina-scuole

sito FRUTTA NELLE SCUOLE

http://www.fruttanellescuole.gov.it/
INVITO TUTTI A VISITARE LE PAGINE INTERNE DEL SITO…. MOLTO INTERESSANTI
http://www.fruttanellescuole.gov.it/contenuti/frutta-dalla-alla-z-2?34219

http://www.fruttanellescuole.gov.it/contenuti/frutta-dalla-alla-z-2?34219


Lascia un commento

CALENDARIO DELLE FESTIVITA’ E DEGLI ESAMI 2013/14

Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Roma, 8 agosto 2013

CALENDARIO DELLE FESTIVITÀ E DEGLI ESAMI PER L’ANNO 2013/2014

 

VISTO l’art. 138 del Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 112, che delega alle Regioni la determinazione del calendario scolastico;

RITENUTO che, ferma restando la delega sopra richiamata, è propria del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca la competenza relativa:
- alla determinazione, per l’intero territorio nazionale, della data della prova scritta, a carattere nazionale, compresa nell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione (prova di cui all’articolo 11, comma 4-ter del decreto legislativo 19 febbraio 2004, n. 59);
- alla determinazione, per l’intero territorio nazionale, della data di inizio (prima prova) dell’esame di Stato conclusivo dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore;
- alla determinazione del calendario delle festività a rilevanza nazionale;

VISTO l’art. 74, comma 2, del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297 e successive modificazioni, per il quale “Le attività didattiche, comprensive anche degli scrutini e degli esami, e quelle di aggiornamento, si svolgono nel periodo compreso tra il 1° settembre ed il 30 giugno con eventuale conclusione nel mese di luglio degli esami di maturità”;

VISTA l’ordinanza ministeriale 1° agosto 2012, n. 68 (Calendario delle festività e degli esami per l’anno 2012/2013);

VISTO l’art. 184, commi 2 e 3, del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297 e successive modificazioni, per i quali “L’esame di licenza media si sostiene in un’unica sessione con possibilità di prove suppletive per i candidati assenti per gravi e comprovati motivi. Le prove suppletive devono concludersi prima dell’inizio delle lezioni dell’anno scolastico successivo”;

VISTO l’articolo 7, comma 2, dell’ordinanza ministeriale 29 luglio 1997, n. 455 (“Educazione in età adulta – Istruzione e formazione”), per il quale “Le prove d’esame, per coloro per i quali è previsto all’interno del patto formativo il conseguimento del titolo di licenza media, vengono predisposte al termine delle attività, anche in periodi non coincidenti con quelli dei corsi ordinari in relazione a specifici progetti finalizzati”;

VISTO il Decreto Legge 13 agosto 2011, n.138, convertito con modificazioni dalla Legge n.148/2011, il quale prevede all’art.1, comma 24, alcune disposizioni sulle celebrazioni e le festività, concernenti anche la determinazione annuale delle date delle festività dei Santi Patroni;

CONSIDERATO che le disposizioni sulle celebrazioni e le festività di cui al citato art.1, comma 24, del Decreto Legge n.138/2011, convertito con modificazioni dalla Legge n.148/2011, sono attuate con apposito D.P.C.M.;

ATTESO che il D.P.C.M. di cui trattasi non risulta ancora emanato;

RITENUTO, pertanto, che fino all’emanazione del D.P.C.M., sono confermate le date delle festività dei Santi Patroni determinate secondo la normativa precedente all’articolo 1, comma 24, del Decreto legge 13 agosto 2011,n.138, convertito con modificazioni dalla Legge n.148/2011;

VISTO il D.P.R. 29 ottobre 2012, n.263, Regolamento recante norme generali per la ridefinizione dell’assetto organizzativo didattico dei Centri d’istruzione per gli adulti, ivi compresi i corsi serali, a norma dell’articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008,n.112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008,n.133;

TENUTO CONTO che la C.M. n.10 del 21 marzo 2013 ha precisato che i C.P.I.A. verranno attivati dall’a.s. 2014/2015, in quanto la tardiva pubblicazione del D.P.R. 29 ottobre 2012, n.263 non ha consentito alle Regioni di programmare, nell’ambito della definizione della rete scolastica e dell’offerta formativa, l’attivazione dei C.P.I.A. e che, pertanto, per l’a.s. 2013/2014 rimangono in vigore le disposizioni fin qui emanate;

TENUTO CONTO che, allo stato attuale, il Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione non può rendere il prescritto parere, in quanto il regime di proroga, ai sensi dell’art.14 del decreto legge n.216 del 29 dicembre 2011, convertito nella legge n.14 del 24 febbraio 2012, è cessato alla data del 31 dicembre 2012;

ATTESA l’esigenza di procedere agli adempimenti sopra menzionati per l’anno scolastico 2013/2014.

O R D I N A

Art. 1 - La prova scritta, a carattere nazionale, nell’ambito dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione si svolge, per l’anno scolastico 2013/2014, per l’intero territorio nazionale ed in sessione ordinaria il giorno19 giugno 2014 con inizio alle ore 8.30; in prima e seconda sessione suppletiva potrà essere espletata il giorno 25 giugno 2014 e il giorno 2 settembre 2014 con inizio alle ore 8.30.

Art. 2 – L’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione per gli studenti iscritti e frequentanti i Centri per l’istruzione degli adulti (Centri Territoriali Permanenti) si effettua in via ordinaria al termine dell’anno scolastico con esonero dalla somministrazione della prova nazionale da parte dell’INVALSI. Può essere effettuato, altresì, in una o più sessioni speciali nel corso dell’anno scolastico nei confronti degli studenti per i quali i Centri abbiano accertato il possesso di un livello adeguato di crediti formativi. L’individuazione delle date nelle quali tenere tali sessioni speciali di esame è rimessa alle determinazioni organizzative dei singoli Centri.

Art. 3 – L’esame di Stato conclusivo dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado per l’anno scolastico 2013-2014 ha inizio, per l’intero territorio nazionale, con la prima prova scritta, il giorno 18 giugno 2014alle ore 8.30.
La prima prova scritta suppletiva verrà svolta il giorno 1 luglio 2014 alle ore 8.30.

Art. 4 - Il calendario delle festività, in conformità alle disposizioni vigenti, relative all’anno scolastico, 2013-2014 è il seguente:

tutte le domeniche;
il 1° novembre, festa di tutti i Santi;
l’8 dicembre, Immacolata Concezione;
il 25 dicembre, Natale;
il 26 dicembre;
il 1° gennaio, Capodanno;
il 6 gennaio, Epifania;
il giorno di lunedì dopo Pasqua;
il 25 aprile, Anniversario della Liberazione;
il 1° maggio, festa del Lavoro;
il 2 giugno, festa nazionale della Repubblica;
la festa del Santo Patrono.

La presente ordinanza sarà inviata alla Corte dei Conti per la registrazione. 

IL MINISTRO
MARIA CHIARA CARROZZA


Lascia un commento

DOCUMENTI: LA DIDATTICA PER COMPETENZE

Si mette a disposizione un valido documento redatto dall’Ufficio scolastico della Lombardia riguardante la DIDATTICA PER COMPETENZE. Il documento è un valido supporto per i docenti.

“Il dossier presenta l’approccio alle competenze sviluppato in Lombardia nel corso degli ultimi anni attraverso progetti di ricerca realizzati dall’Ufficio scolastico regionale in collaborazione con il mondo delle imprese e con le università.

L’ambito privilegiato della sperimentazione è stato quello dell’alternanza scuola lavoro che rappresenta uno strumento particolarmente adatto a tradurre concretamente gli elementi di innovazione didattica sollecitati dall’Unione Europea e dalle più recenti politiche italiane in materia di istruzione e formazione.
Il dossier affronta, tuttavia, le modalità con cui si progetta l’intero curricolo per competenze, condizione necessaria per riconoscere e valutare anche l’attività di alternanza nel percorso curricolare.
L’approccio e gli strumenti presentati sono stati, in particolar modo, studiati e sperimentati nell’ambito dei percorsi di formazione realizzati dall’USR in collaborazione con la rete alternanza e del progetto “Lo sviluppo di «reti di imprese» per il rilancio dell’istruzione tecnica” di Assolombarda.

Il dossier intende sostenere l’impegno didattico delle scuole e degli insegnanti nella concreta progettazione delle attività e fornire strumenti utili alla strutturazione di un curricolo per competenze”.

file pdf dossier_competenze-lug2013

sito del documento  http://www.youblisher.com/p/669615-La-Didattica-per-competenze/

 

 


Lascia un commento

PON FSE 2013: APPROVATO

PON 2011Riceviamo la notizia dell’approvazione dei PON FSE C1 (miglioramento delle competenze in scienze ed in inglese – alunni) e F1 (alunni – formazione alimentazione, sport ed informatica – e genitori – formazione) 2013, ancora una volta riusciamo ad avere importanti risorse per la nostra scuola da mettere a disposizione per la formazione e per il territorio (€80.000,00). Buon lavoro e buone vacanze a tutti.

IL FILE DELL’AUTORIZZAZIONE  autorizazzioni FSE 2013

 

 


3 commenti

ASSENZE PERSONALE 2012/13

assenzeSi porta a conoscenza il tasso di assenza del nostro personale riscontrato nell’anno scolastico 2012/13.

TUTTO NELLA NORMA, MA…:

- si riscontra un anomalo aumento delle assenze del personale alla fine dell’anno scolastico;
- il mese di aprile è disastroso con il 9%, ovvero circa 12/13 assenti al giorno;
- durante i mesi freddi meno assenze…;

LA MEDIA E’ DI 6.3% MENSILE OVVERO CIRCA 8 UNITA’ DI PERSONALE ASSENTI AL GIORNO (docente/ata)

si allega grafico file TASSO ASSENZE


2 commenti

SONDAGGIO ESTIVO


Lascia un commento

… SILENZIO …

SILENZIO

Conosco una città
che ogni giorno s’empie di sole
e tutto è rapito in quel momento

Me ne sono andato una sera

Nel cuore durava il limio
delle cicale

Dal bastimento
verniciato di bianco
ho visto
la mia città sparire
lasciando
un poco
un abbraccio di lumi nell’aria torbida
sospesi


di  Giuseppe UNGARETTI 

 

COMMENTO DELLA POESIA

Silenzio è il ricordo improvviso di un passato radioso che rinasce sullo sfondo buio del presente, un presente denso di pena e desolazione (la poesia viene scritta nel pieno della guerra). La città natale, dove il sole rapisce e toglie la memoria, era percorsa dal «limio delle cicale» che «durava» e, più correttamente, dura ancora «nel cuore» di chi vi si è allontanato. Questo suono che la memoria rievoca così improvvisamente sorge dal silenzio che può essere sia materiale che interiore, come se la luce rinascesse dal buio. La lirica, che si apre in maniera quasi ottimistica nel momento in cui si afferma:«conosco una città», si sviluppa nel segno del passato ritrovato, e progressivamente va sovrapponendosi alla memoria dolorosa del distacco dalla città solare, accostandosi al momento presente: la città, nel ricordo, svanisce alla vista dell’emigrante («ho visto / la mia città sparire»), lasciando come ultimo segno di sé dei lumi sospesi nella foschia. E questo movimento designa parallelamente anche il processo presente dello svanire del ricordo e quindi come equivalente, di una nuova perdita della città radiosa, e il «sospesi» con cui si chiude il componimento si caricava di forti significati sicuramente inquietanti, come può essere quella della condizione sospesa dell’uomo che affronta la morte giorno dopo giorno (tratto da http://balbruno.altervista.org/index-945.html )

RICORDI: I NOSTRI STUDENTI SI SONO ESIBITI CON SUCCESSO IN UN FAMOSO TEATRO NAPOLETANO

Lascia un commento

RICORDI: I NOSTRI STUDENTI SI ESIBISCONO IN UN TEATRO A NAPOLI

I nostri studenti hanno sempre dimostrato di avere grande capacità ed immenso talento. Anche quest’anno l’hanno dimostrato sul palco di un grande teatro napoletanto. La preparazione dei ragazzi è stata curata dalle insegnanti e dal gruppo Cimarosa, nostro grande patner educativo nelle attività di canto e teatro (a.s.2012/13)

IL NOSTRO SITO PER IL PROGETTO F3

La nostra istituzione scolastica IC3 PARCO VERDE di Caivano (SCUOLA CAPOFILA), con altre tre scuole del territorio, partecipa all’ attuazione dei Programmi Operativi FSE Regioni Obiettivo Convergenza – Piano Azione Coesione – “Realizzazione di prototipi di azioni educative in aree di grave esclusione sociale e culturale, anche attraverso la valorizzazione delle reti esistenti” – Progetti F3 – Anni scolastici 2012/2013 e 2013/2014. Il tipo di progetto è innovativo, nuovo nelle modalità di presentazione e nell’attuazione. Il nostro progetto ha superato brillantemente la prima faseposizionandosi nei primi 20 progetti della regione Campania tra gli oltre cento presentati. Il progetto se riuscirà a superare anche la seconda fase, solo i primi quaranta verranno finanziati , saranno stanziati, per ogni rete di scuole, oltre 200.000,00 euro. Per il progetto, solo per la Campania, sono stati stanziati 8.000.000,00 dei 24 milioni, gli altri verranno distribuiti alle altre tre regioni partecipanti ai PON 2007/13 (Puglia, Calabria e Sicilia). Le scuole patner sono l’ITI Morano di Caivano, l’IC Rossini di Visciano e la SM GALILEO GALILEO di Cardito.

RICORDI: premiazione “DIRIGENTE DELL’ANNO 2011″

Lascia un commento

Il Dirigente scolastico Perna, due anni fa, ricevette dalle mani del Ministro della Pubblica Istruzione l’ambito premio indetto dell’ANP e dalla Microsoft Italia. Venne riconosciuto il lavoro di tutto il personale di una scuola che ‘vive’ in un territorio difficile. Innovazione e tecnologie per una didattica nuova e costruttiva, per sconfiggere le difficoltà e la scarsa frequenza scolastica: questo abbiamo sempre fatto e sempre faremo!


Lascia un commento

STUDENTI IC3 PARCO VERDE 2012/13

Situazione numero studenti*     IC3 PARCO VERDE CAIVANO

organico 2013/14
 classi sezioni plesso ordine studenti stud./ord.
 9 CANTICO infanzia 222       401
 7 COLLODI infanzia 179
 21 CIARI primaria 450       655
 11 NEGRI primaria 205
 4 PARCO VERDE media 65        65
 52                  totale studenti      1121
 media  alunni/classe  22.56
      %
alunni del parco 449     40,05
alunni non del parco 672     59,95
1121    100,00

*i dati sono aggiornati a LUGLIO

In pochi anni abbiamo avuto un incremento spaventoso da 780 a 1120 (+56%), superando i quattrocento alunni alla scuola dell’infanzia e i seicento della primaria (fino a pochi anni questo ultimo dato si era consolidato sotto quota seicento, facendoci perdere molte risorse pon, circa € 20.000,00 all’anno). La scuola diretta dal preside PERNA è in crescita continua… da scuola da evitare (trasferimenti due su 130 dipendenti, iscrizioni “lontano dal parco” sempre meno richieste dagli abitanti del luogo, …) siamo diventati una scuola da imitare (progetti, open day, manifestazioni, partecipazione a concorsi, altro….) .

dati ultimo anno

frequenza +10,0 %
abbandoni    0,0 %
miglioramento delle competenze (autoanalisi di istituto)
miglioramento dati invalsi

NOTA: quest’anno gli alunni del parco sono oltre il 40% nella nostra scuola, nelle altre non superano il 10%.


Lascia un commento

IL LIBRO DEL DIRIGENTE

413569_copertina_frontcover_icon

Il dirigente scolastico PERNA, pubblica un nuovo libro “CRESCERE E VIVERE IN COESIONE” a supporto del progetto PON F3 .  Il progetto ed il libro promuovono  il successo scolastico, le pari opportunità e l’inclusione sociale: sviluppo di Reti contro la dispersione scolastica e creazione di prototipi innovativi. Il libro analizza il problema della dispersione ed affronta la tematica in modo scrupoloso e puntuale.

Ricordiamo gli altri due libri dello stesso autore e dedicati alla stessa tematica:

  • DALLA DISPERSIONE ALLA INTEGRAZIONE : significato e cause – vol.1
  • DALLA DISPERSIONE ALLA INTEGRAZIONE : responsabilità e territorio – vol.2

visitate il blog curato dalla nostra scuola per il progetto pon f3  http://crescereincoesionef3.wordpress.com/


Lascia un commento

PREMIO LEGALITA’ A DUE NOSTRE ALLIEVE DALLA QUESTURA

premio questura napoli

immagine tratta dal nuovo video  in HD che parteciperà          al premio MARANO RAGAZZI SPOT FESTIVAL

NAPOLI- Trentunesimo anniversario del massacro di piazza Nicola Amore, dove furono uccisi l’allora capo della Squadra mobile Antonio Ammaturo e il suo agente di scorta, Pasquale Paola. Era il pomeriggio del 15 luglio 1982: un commando delle Brigate rosse entro’ in azione uccidendo Ammaturo e Paola mentre si stavano recando in questura. Come ogni anno la polizia ricorda l’esempio del grande poliziotto, medaglia d’oro al valor civile. Due corone di fiori sono state  deposte sotto la lapide che ricorda il barbaro omicidio di Ammaturo e Paola. Una corona e’ del capo della Polizia, prefetto Alessandro Pansa l’altra del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. Quel pomeriggio di 31 anni fa Ammaturo era appena uscito da casa dopo avere salutato la moglie e le tre figlie. Ammaturo era definito dai suoi collaboratori “il poliziotto di ferro“. Dopo la deposizione delle corone, Ammaturo e Paola sono stati commemorati alle ore 11 presso la Cappella dei Vasari, nella chiesa di Sant’Anna e San Carlo Borromeo dei Lombardi. Poi si è tenuta la quarta edizione del premio Ammaturo, ‘Legalità-Città di Napoli’. Il premio è stato assegnato a uno dei sei uffici investigativi della Polizia attivi a Napoli e provincia, particolarmente distintisi per le loro attività e per questo segnalati alla commissione esaminatrice. Il capo della Squadra mobile Ammaturo è stato ricordato alla presenza del vicecapo della Polizia, direttore centrale della Polizia criminale, prefetto Francesco Cirillo, dal questore di Napoli Luigi Merolla, dal presidente del Tribunale di Napoli Carlo Alemi e da altre autorità civili e militari.

Anche due nostre allieve, CARMELA AMBROSIO e PATRIZIA DE LORENZO, sono state premiate nella manifestazione per un video girato in casa riguardante la nostra Costituzione. Il premio è stato consegnate alle due allieve e al Preside PERNA dal Questore Merolla. Presenti alla cerimonia le famiglie delle bambine, orgogliose e commosse.

allegato in formato pdf l’attestato  premio legalità questura napoli

la Repubblica.it

Alla sezione antirapina va il premio Ammaturo

16 luglio 2013 —   pagina 7   sezione: NAPOLI

IL 15 luglio del 1982, in piazza Nicola Amore, Antonio Ammaturo veniva ucciso dalle Br. Il capo della mobile cadde insieme all’ agente scelto Pasquale Paola per aver fatto il proprio dovere, per essere diventato un baluardo dello Stato che si opponeva con coraggio alla camorra di Raffaele Cutolo. La figura del funzionario è ben viva nel ricordo del vicecapo della polizia Francesco Cirillo, tornato a Napoli per partecipare al premio dedicato all’ ex dirigente della mobile, andato quest’ anno alla sezione Antirapina della squadra mobile. «Le figure come quelle di Ammaturo e Paola – afferma Cirillo non vanno dimenticate così come quelle di tanti altri poliziotti, uomini delle forze dell’ ordine, della società civile, della magistratura che hanno sacrificato la vita per questo Paese». A “contendersi” il premio, anche le squadre di polizia giudiziaria dei commissariati di Afragola, Frattamaggiore, VicariaMercato, Vasto-Arenaccia e il reparto prevenzione crimine Campania. La “vittoria” finale, però, è andata alla sezione antirapina «per lo svolgimento – si legge nelle motivazioni – di articolate attività di indagine che hanno portato a pregevoli azioni e risultati nel contrasto verso associazioni camorristiche specializzate in attività di rapina». Ai componenti dell’ antirapina è stata consegnata un’ opera realizzata dallo scultore Lello Esposito, mentre gli altri candidati hanno ricevuto un attestato. «Ammaturo – afferma il presidente del Tribunale Carlo Alemi – non temeva nessuno ed era inviso a Cutolo di cui disse: è un criminale e non ci fa paura», ricorda il magistrato nato ad Addis Abeba che oggi riceverà dal sindaco Luigi de Magistris la cittadinanza onoraria. Premiate anche due giovani studentesse di 10 e 11 anni dell’ Istituto comprensivo3 Parco Verde di Caivano per aver realizzato un rap nell’ ambito di un progetto sulla legalità. In apertura della cerimonia, moderata dalla giornalista di Repubblica Conchita Sannino, il ricordo di Antonio Manganelli ex capo della polizia scomparso alcuni mesi fa. «Queste commemorazioni – ha detto il questore Luigi Merolla – non sono sterili, non solo ci consentono di ricordare chi ha perso la vita nello svolgimento del proprio dovere, ma sono anche occasione per progettare un futuro migliore partendo dal grande esempio di chi ha perso la vita per il bene comune». Toccante il ricordo del padre fatto dalla figlia Maria Cristina: «La maggior parte del suo tempo era dedicato al lavoro, agli ideali di giustizia». Durante la cerimonia svolta nella chiesa di Sant’ Anna dei Lombardi è stata letta una missiva dell’ arcivescovo Crescenzio Sepe in cui si evidenzia quantoi due poliziotti uccisi 31 anni fa siano un «esempio di coraggio e dedizione da trasmettere ai giovani e impegno a vivere secondo giustizia». In mattinata questore e sindaco hanno deposto una corona in piazza Nicola Amore. «Questi momenti – ha detto de Magistris – servono per ricordare persone, servitori dello Stato che hanno perso la vita per difendere la sicurezza dei cittadini e per lottare contro il crimine nella nostra città». (antonio di costanzo) © RIPRODUZIONE RISERVATA - antonio di costanzo


Lascia un commento

AUTORIZZAZIONI PON FESR 2013: elenco ufficiale

PON 2011

Come anticipato qualche giorno fa, la nostra scuola ha ricevuto l’autorizzazione per € 74.999,99 PON FESR 2013, per i laboratori da completare e da attivare. A Caivano solo il IC2  e la Papa Giovanni ha avuto il finanziamento come noi. Finanziato anche il progetto del IC Rossini di Visciano.

Si allega lista delle scuole autorizzate AUTORIZZAZIONI FESR 2013

la nostra richiesta  QUELLO CHE ABBIAMO RICHIESTO


2 commenti

News – PASSAGGI DI RUOLO

Salutiamo con gioia due nuovi passaggi di ruolo:

ZAINO TERESA passa dalla scuola primaria alla scuola dell’infanzia
FERRANTE VINCENZO passa dalla scuola primaria alla scuola media

ENTRAMBI CAMBIANO…. MA RESTANO CON NOI!

I due docenti scelgono di cambiare ed ottenere il passaggio di ruolo ma restano nella nostra istituzione… dalla nostra scuola nessuno scappa.

RETTIFICHE SCUOLA MEDIA Rettifiche mobilità 2013.2014

PASSAGGI SCUOLA INFANZIA ALLEGATO RETTIF- TRASF- PASSAG- INFANZIA- 13-14 – 2


Lascia un commento

SCUOLA AMICA

SCUOLA AMICA

L’IC 3 PARCO VERDE è UNA “SCUOLA AMICA”

La nostra scuola ha il suo ‘ BOLLINO BLU’ ‘ di qualità. L’IC3 PARCO VERDE di Caivano del preside PERNA  ha il suo marchio di qualità certificato dal Ministero dell’Istruzione, dell’università e della Ricerca  e dall’ UNICEF. Sui documenti della nostra scuola oltre ai tradizionali loghi verrà apposto quello di SCUOLA AMICA. Un altro obiettivo raggiunto, un altro riconoscimento ai nostri sforzi. Che soddisfazione!

attestato in formato pdf  attestato_scuola_amica


Lascia un commento

PON FESR 2013: AUTORIZZATO

PON 2011

Roma 2 luglio – Finanziamenti PON scuola – all’IC3 PARCO VERDE, del preside Perna,  in arrivo 74.999,00 euro per attuare l’ AGENDA DIGITALE. Ancora una volta la nostra progettazione riesce ad essere finanziata. Il preside: “Riusciremo con questi soldi a completare i nostri laboratori e le aule con tecnologie e strumenti. In arrivo una classe super tecno con video multi Touch da 70” ,  ipad collegati… SEMPRE PRIMI ANCHE NELLE INNOVAZIONI!”

AUTORIZZAZIONI FESR 2013


Lascia un commento

TUTTI PAZZI PER LA FRUTTA… esposizione lavori a Napoli

images fruttaNapoli – In mostra nella città partenopea i cento scatti realizzati dai bambini delle scuole primarie italiane che raccontano il loro rapporto con frutta e verdura saranno esposti dal 4 luglio, all’interno dello spazio Marie Curie della Città della Scienza di Napoli. I prodotti della terra sono i protagonisti assoluti della mostra fotografica, Tutti pazzi per la Frutta!, che ha lo scopo di promuovere un alimentazione sana nelle famiglie italiane. Anche le foto di due nostri alunni saranno tra quelle esposte in quanto vincitori dell’ultimo concorso. Ricordiamo che le foto sono state esposte anche a Roma. Invitiamo tutti a visitare la mostra.

 video mostra di  Roma, Ministero delle politiche agricole
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=6bUG6akXajo

I vincitori 2012 in mostra alla città della scienza


Dal 4 al 26 luglio, in mostra nella città partenopea gli “Arcimboldo” del ventunesimo secolo. I cento scatti vincitori dell’edizione 2012 di Tutti pazzi per la Frutta! saranno esposti all’interno dello spazio Marie Curie della Città della Scienza di Napoli. Così come nei quadri del celebre artista milanese, i prodotti della terra sono i protagonisti assoluti della mostra fotografica che ha lo scopo di  promuovere una alimentazione sana nelle famiglie italiane.

Per maggiori informazioni scarica il flyer informativo.


Lascia un commento

TRASFERIMENTI DOCENTI….

Eppur si muove!  Solo due trasferimenti e organico al completo per il prossimo anno. Come al solito nella nostra scuola tutto va! Le due trasferite le salutiamo con affetto sapendo che già si sono “pentite” dell’affronto. Rosalia Errotti ed Elisabetta Rella, scuola dell’infanzia, vanno via dopo anni di fattiva collaborazione e sacrificio. Le salutiamo con affetto. Grazie!

nb: in altre scuole del territorio caivanese assistiamo ad esodi biblici…(oltre 35 trasferimenti in un solo plesso)  peccato! Un saluto a tutti gli insegnanti che conosciamo e che vanno via da Caivano, con molti di loro abbiamo collaborato e condiviso progetti innovativi e sacrifici. Ciao.


1 commento

IL NOSTRO BLOG VOLA…

CI SEGUONO DA QUATTRO CONTINENTI

CI SEGUONO DA QUATTRO CONTINENTI

Con oltre 30.000 contatti solo nel mese di giugno, con una media di oltre 1.000 al giorno, il nostro blog scolastico vola. Molti mi fanno sapere che il sito piace. Ormai siamo seguiti da quattro continenti su cinque (manca l’Oceania, vedi immagine dei paesi collegati colorati di giallo e di rosso, considerando l’intensità dei contatti, il dato è riferito solo dal febbraio 2012 ad oggi). Il Blog informa, comunica e ci rende visibili al mondo intero. Tutto quello che facciamo lo mostriamo alle nostre famiglie,ai nostri ragazzi e molte volte a noi stessi che…. facciamo tantissimo! E’ passato un altro anno scolastico con allegria, con  risultati evidenti e positivi. NOI FACCIAMO E NON CI LAMENTIAMO! COME DA SEMPRE.


Lascia un commento

CALENDARIO SCOLASTICO DELLA CAMPANIA

REGIONELa scuola inizierà il giorno 16 settembre 2013 e terminerà il 7 giugno 2014, per un totale previsto di n. 204 giorni di lezione. Per le sole scuole dell’infanzia le attività educative termineranno il 30 giugno 2014.

Così ha deciso la Giunta regionale della Campania, che ha approvato il calendario scolastico 2013-2014.

Le scuole per motivate esigenze turistiche del territorio di riferimento e previo accordo con gli enti territoriali competenti ad assicurare i servizi per il diritto allo studio, possono deliberare di anticipare, per un massimo di giorni 3, la data di inizio delle lezioni.

La Giunta Regionale ha deciso di confermare il giorno 19 marzo - dichiarato “festa della legalità” in ricordo dell’uccisione di don Peppino Diana – come giornata dell’impegno e della memoria, nel corso della quale le istituzioni scolastiche sono invitate a programmare, nell’ambito della propria autonomia, iniziative specifiche, in sintonia con quanto la Regione prevede di realizzare.

Calendario Scolastico Regione Campania 2013/14

Inizio Lezioni: 16 settembre 2013
Termine Lezioni: 7 giugno 2014
Festività Natalizie: dal 23 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014
Festività Pasquali: dal 17 al 22 aprile 2014
Altre Festività: dal 1 novembre al 3 novembre 2013 (ponte di Ognissanti); 4 marzo (ultimo giorno di Carnevale)
Note: Nelle scuole d’infanzia le attività educative terminano il 30 giugno 2014.
La giunta regionale conferma il giorno19 marzo – dichiarato “festa della legalità” in ricordo dell’uccisione di don Peppino Diana – come giornata dell’impegno e della memoria, nel corso della quale le istituzioni scolastiche sono invitate a programmare, nell’ambito della propria autonomia, iniziative specifiche, in sintonia con quanto la Regione prevede di realizzare
Da aggiungere la festa del Santo Patrono e le seguenti Feste Nazionali:

  • tutte le domeniche;
  • il primo novembre, festa di tutti i Santi;
  • l’8 dicembre, Immacolata Concezione;
  • il 25 dicembre Natale;
  • il 26 dicembre;
  • il primo gennaio, Capodanno;
  • il 6 gennaio, Epifania;
  • il lunedì dopo Pasqua (Pasquetta);
  • il 25 aprile, anniversario della liberazione;
  • il primo maggio, festa del Lavoro;
  • il 2 giugno, festa nazionale della Repubblica


Lascia un commento

INDICAZIONI NAZIONALI

Copertina_Annali_IN

INDICAZIONI NAZIONALI documento in formato doc
INDICAZIONI NAZIONALI documento in formato pdf

 
Risorse tratte dal sito ministeriale

In questa sezione ti offriamo una selezione di siti e risorse web per la didattica.

Ecco i primi:

per maggiori informazioni consultare il sito ministeriale
http://www.indicazioninazionali.it/J/index.php?option=com_content&view=featured&Itemid=101