IC 3 "PARCO VERDE"

"Ritenendo l’istruzione e l’educazione elementi fondanti e fondamentali per la nostra civiltà e per le generazioni future, noi tutti dobbiamo contribuire al continuo miglioramento di questi essenziali valori"


Lascia un commento

SPETTACOLO DI NATALE AL PARCO VERDE

image001NAPOLI, 19 DIC – Spettacolo di fine anno, domani con inizio alle 9,30, dell’artista Luigi Polge nella scuola Ic3 del Parco Verde di Caivano. L’iniziativa, che è stata promossa dal dirigente scolastico Bartolomeo Perna, prevede tra l’altra la presentazione di quattro brani musicali preceduti dalla narrazione del professore Fausto Marseglia.(ANSA).

 

polge


Lascia un commento

FASCE SCUOLE DELLA CAMPANIA… eppur si cresce!

Le scuole vengono inserite in una graduatoria regionale e suddivise in fasce. .. Nove anni fa la nostra scuola occupava il settecentesimo posto … oggi siamo 193… grande crescita!  Terzi tra le scuole a Caivano, senza gli “aiuti” del dimensionamento, crescendo autonomamente. Bella soddisfazione. Dai 700 studenti del 2005 agli oltre 1.100 di oggi.

1 fascia /56 IC MILANI
2 fascia /130 LS BRAUCCI
2 fascia /193 IC 3 PARCO VERDE
2 fascia /293 IC 1 CILEA
2 fascia /339 IC PAPA GIOVANNI
2 fascia /394 IC 2 DE GASPERI
2 fascia /459 IS MORANO

GRADUATORIA FASCE 2012_2013


Lascia un commento

GEMELLAGGIO CON SCAMPIA PER LA LEGALITA’

VIDEO DELL’ EVENTO    http://www.lunaset.it/video/9942/a-scampia-un-calcio-allillegalita

Una nuova iniziativa a cui abbiamo partecipato da protagonisti “UN CALCIO ALLA ILLEGALITA’ ” . I nostri studenti hanno partecipato e cantato l’inno nazionale alla partita per la Legalità a Scampia. L’iniziativa è stata favorita dalla collaborazione dell’Esercito Italiano che ha messo a disposizione i suoi mezzi e i suoi uomini per l’evento. Dando esempi corretti …. si cresce! Tutti.

articolo 1

DAI UN CALCIO ALL’ILLEGALITA’, TORNEO A SCAMPIA

Lascia un commento

logo-mattino

 
NAPOLI – L’VIII Municipalità e il Comune di Napoli, nell’ambito del progetto itinerante “Sport e Legalità” scenderà in campo domani 11 dicembre 2013, con inizio alle ore 09.30, con la manifestazione sportiva “Torneo Interforze della Legalità”. Il Torneo avrà luogo nell’incantevole scenario sportivo dell’Arci Scampia.A dare il calcio d’inizio il presidente della 8^municipalità avv. Angelo Pisani e la Dott.ssa Annamaria Palmieri, Assessore scuole e istruzione del Comune di Napoli, madrina della cerimonia. Il torneo di calcio “dai un calcio all’illegalità” ha già fatto tappa a Quarto, Volla e Cercola.Alla manifestazione sportiva prenderanno parte le rappresentative di: Esercito, Capitaneria di Porto, Aeronautica Militare, Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Polizia Municipale.
La manifestazione vedrà come protagonisti i bambini e gli studenti della Municipalità che sono stati chiamati con le rispettive scuole a coniare uno Slogan sulla “Legalità”. A tal uopo una commissione presieduta da Giandomenico Lepore, già procuratore Capo presso il tribunale di Napoli, attribuirà un trofeo alla scolaresca che avrà coniato il migliore slogan e che sarà adottato nel girone di ritorno, a fine anno scolastico, dove a “scendere in campo” saranno proprio le rappresentative delle scolaresche.La manifestazione avrà inizio con l’Inno Nazionale, sulle note della Fanfara della Brigata Bersaglieri “Garibaldi” di Caserta, cantato dai ragazzi dell’IC3 Parco Verde di Caivano che con il suo direttore Bartolomeo Perna, per l’occasione gemellerà con Scampia.

Proprio il Parco Verde fino a qualche tempo fa registrava la più alta dispersione giovanile scolastica. Ora l’opera dei docenti e delle istituzioni fanno dell’IC3 un esempio da emulare. Prevista anche la presenza di testimonials del mondo dello spettacolo e dello sport, con un messaggio di Diego Armando Maradona sui valori della vita.

1497696_10201742639745803_285449208_n 1460135_10201742639105787_311746070_n 1474411_10201742638545773_1956168899_n

This gallery contains 3 photos


Lascia un commento

GLI ARTIFICIERI DELL’ESERCITO ILLUSTRANO I PERICOLI DERIVANTI DALL’USO DEI FUOCHI ARTIFICIALI AGLI STUDENTI DI CAIVANO


Listener

 Caivano (NA) – Un team di artificieri del 21° reggimento genio guastatori, unità della Brigata Bersaglieri “Garibaldi” di Caserta, giovedì 12 dicembre con inizio alle ore 09.30, presso “l’Istituto Comprensivo 3 Parco Verde di Caivano” con sede alla via Circumvallazione Ovest, illustrerà ai giovani studenti, i pericoli derivanti dall’uso incauto o improprio dei fuochi artificiali. L’argomento torna prepotentemente alla ribalta in vista delle imminenti festività natalizie. È infatti sempre opportuno sensibilizzare, in particolar modo i più giovani, sui rischi, anche gravissimi, che si corrono nel maneggiare con superficialità  gli artifizi pirotecnici o, peggio ancora, nell’impiegare fuochi illegali che non offrono alcuna garanzia e sono assimilabili a veri e propri “ordigni esplosivi”. L’iniziativa rientra nel “Progetto Legalità” fortemente voluto e sostenuto dal Dirigente Scolastico il Dott. Bartolomeo Perna e coordinato dall’insegnante Pina Pascarella.

Gli artificieri del 21° guastatori hanno maturato e continuano a sviluppare nuove esperienze di bonifica operativa nelle missioni fuori dal territorio nazionale e operano anche per la bonifica del territorio nazionale da ordigni residuati bellici, effettuando circa 250 interventi all’anno in una vasta porzione di territorio che abbraccia la regione Campania e le province di Isernia e Latina. Personale, dunque, di altissima professionalità ed esperienza che può dare ai più giovani quei buoni consigli che devono essere di monito per evitare di rimanere vittime di incidenti.

Parlando ai ragazzi, il messaggio più ricorrente è quello che bisogna perseguire la sicurezza attraverso la precisa ed intransigente applicazione delle procedure e delle regole; nella fattispecie, ciò si traduce nel rifiutare i fuochi illegali e nel seguire con scrupoli le indicazioni per l’uso che sono riportate all’esterno di tutte le confezioni di quelle legali e per la categoria consentita dalla legge.

Il team di artificieri sarà coordinato dal Maresciallo Gaetano Pulvirenti.

Giuseppina Pascarella

PROGETTO VALUTAZIONE & MIGLIORAMENTO

Lascia un commento

537348_10152047240680149_163464875_nL’IC 3 PARCO VERDE di Caivano partecipa al Progetto VALUTAZIONE & MIGLIORAMENTO, una delle 400 scuole in Italia.

Il Progetto Valutazione & Miglioramento 2013-2014 vuole sperimentare un possibile modello di valutazione – in accordo con quanto previsto dal Regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione in materia di istruzione e formazione, che presenta elementi di peculiarità rispetto ad altri modelli di valutazione delle istituzioni scolastiche attualmente in corso di sperimentazione.
Il punto di partenza del progetto infatti è favorire la funzione formativa della valutazione attraverso l’analisi dei processi interni, la restituzione di informazioni alle scuole e la promozione presso le istituzioni scolastiche di pratiche orientate alla lettura e interpretazione dei feedback ricevuti, al fine di regolare le azioni successive e attivare processi di miglioramento.
L’autovalutazione e il miglioramento, che si svolgono successivamente alla valutazione esterna, sono promossi anche attraverso la costruzione di griglie di osservazione delle strategie didattiche da utilizzare nella formazione degli insegnanti e dagli stessi insegnanti per il monitoraggio della propria attività in classe. A tale proposito, il progetto prevede un percorso di ricerca finalizzato alla validazione di strumenti predisposti per l’osservazione delle pratiche didattiche ed educative a livello di classe.

Valutazione & Miglioramento si rivolge agli istituti scolastici del 1° ciclo. Il campione, rappresentativo a livello nazionale, è costituito da solo 400 Istituti comprensivi in tutt’Italia (NOI CI SIAMO!).
Le scuole selezionate sono state assegnate casualmente a due diversi percorsi:

  • Percorso valutazione esterna che riguarda la valutazione degli esiti e dei processi relativi all’ambiente organizzativo e alle pratiche educative e didattiche a livello di scuola. Questo percorso prevede la visita a scuola da parte di un Team di valutatori, la restituzione alla scuola di un rapporto di valutazione individualizzato e l’indicazione di piste e suggerimenti per il miglioramento.
  • Percorso valutazione esterna e osservazione in classe che aggiunge al percorso precedente l’analisi, a fini esplorativi di ricerca, delle pratiche didattiche ed educative attraverso l’osservazione in classe da parte di osservatori appositamente formati. Nel percorso di valutazione esterna sono inoltre coinvolte alcune scuole secondarie di II grado, che avevano partecipato alla precedente edizione del progetto.

This gallery contains 0 photos


Lascia un commento

5 dicembre: GIORNATA UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA

SCUOLA AMICA CERTIFICAZIONE

SCUOLA AMICA CERTIFICAZIONE

Il Comitato Regionale Campania per l’UNICEF, organizza e celebra, di concerto con la Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, la “Giornata Universale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza” richiamando la Convenzione Internazionale ONU del 20.11.1989, ratificata dall’Italia con Legge n. 176 del 27.05.1991, e  con Legge n. 451 del 23.12.1997 che impianta la Giornata Italiana e l’istituzione della Commissione parlamentare dell’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per gli affari sociali. All’annunciata iniziativa partecipiamo anche noi dell’IC 3 PARCO VERDE di Caivano.
La manifestazione si terrà giovedì 5 dicembre 2013, dalle ore 10.00 alle ore 15.00, nel Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare (ingresso Viale Kennedy) di Napoli, è sostenuta dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) ed è patrocinata dalla Regione Campania,  dalla Provincia di Napoli, dal Comune di Napoli e dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. All’iniziativa contribuiranno, inoltre, la Brigata Garibaldi di Caserta, i Vigili del Fuoco, il CSV di Napoli (Centro di Servizio per il Volontariato), i  Sindaci dei Comuni che hanno sostenuto la costruzione delle “Città Amiche”, la Mostra d’Oltremare, la Fondazione Banco di Napoli per l’Infanzia, il Rotary International Club Napoli Est, le Associazioni delle province campane, l’ACSSA, gli Sbandieratori Cavensi e i vari Gruppi Musicali della Campania. La proclamata Giornata Universale, articolata su due temi “Accoglienza” e “Integrazione”, prevede, nella mattinata, il coinvolgimento di tutti i partecipanti in una catena umana a testimonianza della campagna di sensibilizzazione “IO COME TU” per ribadire, ancora una volta, l’inviolabilità di non discriminazione a beneficio di gruppi vulnerabili di bambini e adolescenti, quali i bambini e gli adolescenti di origine straniera, per i quali sembra diventato socialmente accettabile derogare su alcuni diritti universali. Nella predetta celebrazione sono previsti dopo i saluti delle Autorità, interventi da parte di  gruppi di bambini, ragazzi e adulti impegnati in un dialogo alla presenza del Sindaco e dei bambini di Lampedusa, quali ospiti d’onore, e successivamente i Sindaci di Napoli, Volla e Caserta daranno la cittadinanza onoraria ai bambini nati in Italia da genitori stranieri.

 


Lascia un commento

CAMPAGNA DI PREVENZIONE NELLA SCUOLA CONTRO I FUOCHI D’ARTIFICIO ILLEGALI

ListenerLa nostra scuola lancia una campagna informativa contro i botti illegali. Gli artificieri dell’esercito spiegheranno ai nostri alunni i rischi dei fuochi d’artificio illegali con una lezione ed una dimostrazione programmata per il 12 dicembre. Prevenire è meglio di curare! Continua la collaborazione del nostro istituto (IC 3 PARCO VERDE) con l’esercito (GARIBALDI).  La notizia è stata ripresa dalla stampa . L’iniziativa è patrocinata dalla DIREZIONE SCOLASTICA REGIONALE DELLA CAMPANIA.

botti


Lascia un commento

PROGETTO MIGLIORAMENTO&VALUTAZIONE… la nostra scuola sempre presente e sempre pronta al confronto

La nostra scuola è sempre pronta alla sperimentazione, al miglioramento e ad essere valutata. L’INVALSI, ente di valutazione nazionale, ha proposto di sperimentare un metodo di valutazione delle scuole italiane… Noi dell’IC 3 PARCO VERDE siamo stati tra le prime scuole a chiedere di partecipare e ad essere valutate (solo 400 in tutt’Italia). Il nostro dirigente scolastico ha partecipato a Roma al seminario di inizio del progetto . A breve un gruppo di valutatori verrà nel nostro istituto per valutare l’organizzazione e i risultati ottenuti dalla nostra istituzione scolastica . SEMPRE PRONTI A QUALSIASI CONFRONTO E AL MIGLIORAMENTO CONTINUO.

537348_10152047240680149_163464875_n


Lascia un commento

MAGNIFICA GITA A ROMA

Alcuni nostri alunni hanno visitato Roma insieme agli alunni dell’IC ROSSINI di Visciano, entrambi le scuole sono dirette dal nostro Dirigente Scolastico prof. Bartolomeo PERNA. Bellissima giornata di conoscenza e bellissima esperienza per i nostri studenti.

Sono stati a….

MONTECITORIO, visitando le stanze del potere politico  image-63f8d57c50ec59e9ec59e8fe63bc67e5088584803f1dd7bcca45d4e4c08a40b5-V

ALTARE DELLA PATRIA, simbolo del sacrificio dei nostri militare alla Patria 1454672_10201610038790862_803039694_n

 

COLOSSEO, memoria storica del nostro passato …image-453511d3279ee1e96c1ec3640b8face1349d516eaa005a7cd3eb17366ed11a5f-V

VADO A SCUOLA… un film da vedere

Lascia un commento

on_the_way_to_school_poster_orDiretto da Pascal Plisson, Vado a scuola ha al centro le difficoltà che cinque bambini di diverse zone del mondo affrontano per recarsi quotidianamente a scuola lungo strade e sentieri irti di pericoli. Per loro, l’istruzione rappresenta l’unica via di fuga alla povertà che li circonda e per tale motivo sono pronti a sfidare la sorte anche a costo delle loro stesse vite.
Prodotto dalla Walt Disney Francia e con il patrocinio dell’UNESCO, Vado a scuola si concentra sui piccoli Samuel, Zahira, Jackson e Carlito, chiamati tra il febbraio e l’ottobre del 2012 non a recitare ma a mettere in scena la propria vita in maniera più realistica possibile.

Zaino in spalla, dopo aver detto «vado a scuola», la maggior parte dei bambini di solito sale su un bus o attraversa le strisce pedonali. Non tutti, però: Jackson e Salomé, kenioti, ogni mattina salutano i genitori e si avviano a piedi lungo un percorso di due ore, schivando i branchi di elefanti; Carlito, argentino, ci mette un po’ meno perché la pampa l’attraversa a cavallo; Zahira, ogni settimana, impiega quattro ore per oltrepassare le montagne marocchine e arrivare al collegio. Poi ci sono Gabriel ed Emanuel, due bimbi indiani la cui scuola dista 4 km soltanto: ma non è una passeggiata, visto che lungo la strada devono spingere la sedia a rotelle (artigianale) del fratello maggiore Samuel.

Le storie scelte da Plisson sono vere come i sorrisi incrollabili dei bambini (non tanto osservati nella loro quotidianità, quanto chiamati a interpretare se stessi nella messa in scena di una giornata tipo) e si apprezza la scelta dell’autore di saltare a piedi pari i rischi di pietismo per abbracciare, piuttosto, l’entusiasmo contagioso di questi piccoli guerrieri che combattono per conquistare il proprio diritto all’istruzione. Palpabilmente pensata per un pubblico (anche) infantile, che impari dai colleghi meno fortunati il valore insostituibile dell’apprendimento, l’opera di Plisson manca di quel tanto di spontaneità per farsi amare anche dai “grandi”: confezione scintillante da “National Geographic” (per il quale il regista collabora) e qualche forzatura nelle battute messe in bocca ai bimbi minano la forza dell’operazione.

This gallery contains 1 photo.


1 commento

EDUCAZIONE AMBIENTALE…. NELLA TERRA DEI FUOCHI

fuochi 5Quest’anno la nostra scuola aderisce al progetto A2A “raccogli, trasforma, crea – scuole”, il progetto di comunicazione ambientale sul ciclo virtuoso dei rifiuti promosso da Partenope Ambiente, società del gruppo A2A, in collaborazione con le associazioni ACSSA, Amici della Terra e Lega Consumatori, e rivolto alle scuole elementari, medie e superiori

L’obiettivo del progetto è trasmettere ai giovani le conoscenze necessarie per favorire l’adozione di comportamenti responsabili e attenti nei confronti del territorio in cui vivono, mostrando loro come è possibile trasformare ciò che la società scarta in una risorsa.

La proposta didattica offre:

·         alle scuole primarie e secondarie di I grado:

o        lezioni in classe tenute da esperti

o        visite guidate al Termovalorizzatore di Acerra

·         alle scuole secondarie di II grado:

o        visite guidate al Termovalorizzatore di Acerra

NORME SICUREZZA PER VISITATORI TV ACERRA

LETTERA DI CONFERMA DELLA VISITA

Prenotazione della visita al termovalorizzatore per 
il giorno 26 novembre, 1 turno (ore 9.00 – 10.30).
Qui di seguito i dettagli
*         Partecipanti: 1A e 1B (33 alunni + 5 docenti)
*         Orario visita: 09.00 – 10.30
*         Ritrovo: ore 8.00 all’indirizzo della scuola 
(Circumvallazione Ovest – Caivano). 
La prego segnalarci un eventuale cambio di indirizzo 
del luogo di ritrovo.
NORME E REGOLE DI ACCESSO ALL’IMPIANTO
*         Nell’impianto è consentito l’esclusivo 
utilizzo di scarpe senza tacchi.
*         All’interno e all’esterno dell’impianto 
è vietato consumare cibi e
bevande.
*         All’interno e all’esterno dell’impianto 
è vietata ogni forma di
riproduzione fotografica o audiovisiva.
*         La visita è regolata dalle “Norme di 
sicurezza per i visitatori” (in
allegato) inviate al referente dell’istituto 
unitamente alla conferma della
visita. Nel caso di mancato rispetto da parte 
dei visitatori di tali norme di
sicurezza e regole comportamentali, Partenope 
Ambiente si ritiene esonerata da ogni
e qualsiasi responsabilità per danni che dovessero 
derivare ai visitatori stessi o
che dovessero essere da questi causati ad altri 
soggetti non facenti parte della
visita o a beni mobili e/o immobili.
cropped-scuolamica_2012-133.jpg


1 commento

INCONTRO CON L’UNICEF

promessa_hpdxOggi nella sala riunioni dell’IC 3 PARCO VERDE si è svolto l’incontro con il presidente regionale UNICEF per sancire il connubio tra la nostra scuola (SCUOLA AMICA UNICEF CERTIFICATA) e l’associazione. Il preside PERNA e il presidente UNICEF hanno affrontato i temi della solidarietà e del sacrificio per gli altri. Entrambi hanno lanciato l’appello per aiutare le popolazioni in difficoltà nel mondo, in particolar modo quelle delle FILIPPINE colpite da una catastrofe immane con migliaia di morti,

L’UNICEF e l’IC 3 invitano e partecipano insieme alla raccolta fondi a beneficio di bambini e famiglie delle Filippine colpite dal terribile tifone Haiyan: SMS solidale 45590, fino al 26 novembre, dona un euro.

per ulteriori informazioni contattare il sito UNICEF
http://www.unicef.it/default.aspx.htm?PH=3

LA VOCETTA DEL TERZO


Lascia un commento

GIORNALINO SCOLASTICO

Siamo arrivati al nono anno con il nostro GIORNALINO SCOLASTICO. “LA VOCETTA DEL TERZO” sapientemente curata dalla docente Anna D’Alò è diventata una realtà consolidata nella nostra scuola. Da nove anni i ragazzi esprimono le proprie idee i propri pensieri attraverso composizioni e disegni, saggiamente raccolti e pubblicati dalla ormai espertissima referente. Una tradizione che negli anni si è evoluta e sviluppata. GRAZIE ANNA!

giornalino scolastico n.1 OTTOBRE 2013

ANCHE QUEST’ANNO … REGISTRO ELETTRONICO

Lascia un commento

Tutte le classi dell’IC 3 Parco Verde (dall’Infanzia alla scuola Secondaria di primo grado) adotteranno il registro elettronico. Le famiglie potranno controllare e verificare da casa, collegandosi dal computer, voti ed assenze dei propri figli. La nostra scuola è sempre all’avanguardia, poche scuole possono vantare di aver sperimentato da anni questo sistema e pochissime possono affermare di aver coinvolto anche la scuola dell’infanzia. Oltre 52 classi saranno connesse 24 ore su 24  con le famiglie, per una scuola sempre “aperta”. 

This gallery contains 1 photo.

logo-mattino


Lascia un commento

UN CALCIO ALL’ILLEGALITA’ … I NOSTRI STUDENTI ANCORA UNA VOLTA PROTAGONISTI

logo-mattinoUn ampio risalto, su un autorevole quotidiano, per i nostri studenti impegnati mercoledì nella partita contro l’illegalità. Inizieranno la manifestazione cantando l’inno nazionale accompagnati dalla fanfara dei bersaglieri… che soddisfazione!521729_10151987246390149_1329912987_n

Un torneo di calcio, forze armate contro forze dell’ordine. L’iniziativa si chiama “dai un calcio all’illegalità” e si terrà mercoledì, dalle 10 al complesso sportivo Caravita. Le formazioni provengono da esercito, capitaneria, aeronautica, carabinieri, polizia di Stato, guardia di Finanza, vigili del Fuoco e comando Nato. E’ l’evento clou di una giornata di spettacolo e dibattito che vedrà anche l’intervento di Gianni Maddaloni con i suoi atleti della palestra di Scampia e del campione olimpico Pino Maddaloni.  Il calcio d’inizio sarà preceduto dall’inno nazionale cantato dagli alunni dell’ istituto comprensivo 3 di Parco verde di Caivano, guidati da Bartolomeo Perna: ad accompagnarli la fanfara della brigata bersaglieri Garibaldi di Caserta. La cura dell’esibizione dei ragazzi di Caivano è stata affidata al professore del conservatorio di Napoli Salvatore D’Esposito.  Avranno i loro stands e momenti dedicati, varie onlus che si occupano di formazione ed accompagnamento dei più giovani ed associazioni solidali.  Psicologi, psicoterapeuti, avvocati, criminologi, sessuologi, sociologi saranno a disposizione del pubblico per le domande suscitate ogni giorno da una cronaca violenta. Parole come stalking, femminicidio, spiegate e raccordate alla realtà. Una giornata anche di festa e spettacolo.

cercola 2

DAI UN CALCIO ALL’ILLEGALITA’

Lascia un commento


NAPOLI, 26 OTT – Mercoledì, con inizio alle ore 10, nel complesso sportivo Carovita di Cercola (Napoli), si terrà l’iniziativa di legalità ”Dai un calcio all’illegalità” che rientra negli eventi per le celebrazioni del 4 novembre: Giornata delle Forze Armate e Giorno dell’Unità Nazionale. Per l’occasione è previsto un torneo di calcio tra Forze Armate (Esercito, Capitaneria, Aeronautica e Carabinieri) e Corpi armati dello Stato (Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco e Comando Nato. Il calcio d’inizio sarà preceduto dall’Inno Nazionale cantato dagli alunni dell’ Istituto Comprensivo 3 di Parco verde di Caivano, guidati dal Dott. Bartolomeo Perna, sulle note della Fanfara della brigata bersaglieri Garibaldi di Caserta. Un lavoro curato dagli alunni di Caivano coordinati dal maestro Salvatore D’Esposito del Conservatorio di Napoli. L’iniziativa ha il Patrocinio del Comune di Cercola (notizia ANSA).

P1100294c (1)

This gallery contains 2 photos

f6cd5b6b-4d09-4d14-956c-798e21a64626019Medium


Lascia un commento

All’I.C. 3 PARCO VERDE si festeggia l’UNITA’ NAZIONALE

4 nov

Si è svolta presso la nostra scuola una solenne manifestazione per commemorare e ricordare la festa dell’ UNITA’ NAZIONALE, con qualche giorno di anticipo per motivi organizzativi. La nostra scuola, IC 3 PARCO VERDE, è sempre sensibile e pronta a ricordare tutti quegli Italiani che nel fiore della loro gioventù, quasi tutti ventenni, si sono sacrificati per costruire la nostra Patria e per regalare un futuro alla nostra gente.  Presenti all’evento il Tenente dei Carabinieri di Caivano  dott. DI FOGGIA, promotore della manifestazione, il preside PERNA, le istituzioni rappresentate dalla dott.ssa AQUILONE e da centinaia di ragazzi e docenti. Ricordi, presentazioni e canti hanno ricordato la fine del primo conflitto mondiale e la nascita della nostra amata Patria.

II 4 novembre 1918 aveva termine il 1° conflitto mondiale – la Grande Guerra – un evento che ha segnato in modo profondo e indelebile l’inizio del ‘900 e che ha determinato radicali mutamenti politici e sociali. La data, che celebra la fine vittoriosa della guerra, commemora la firma dell’armistizio siglato a Villa Giusti (Padova) con l’Impero austro-ungarico ed è divenuta la giornata dedicata alle Forze Armate. In questa giornata si intende ricordare, in special modo, tutti coloro che, anche giovanissimi, hanno sacrificato il bene supremo della vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere: valori immutati nel tempo, per i militari di allora e quelli di oggi.

NOTIZIA RIPORTATA DAI QUOTIDIANI NAZIONALI

ROMA

art


Lascia un commento

LA SCUOLA MEDIA UNICA IN ITALIA COMPIE 50 ANNI (1963-2013)

scuola media visciano

“Penso che quella della Scuola Media Unica sia stata la più grande riforma della scuola italiana dal Dopoguerra a oggi e che ne dobbiamo essere orgogliosi. Fu un grande elemento di democrazia e di apertura e dovremmo anche riprenderne i fondamenti, non trascurando di valutare la qualità della nostra scuola di massa e della formazione”. Lo afferma il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Maria Chiara Carrozza, in occasione del 50° anniversario della riforma della Scuola Media Unica. Il 31 dicembre del 1962 veniva infatti approvata la legge di riforma della Scuola Media che diventava obbligatoria e gratuita per tutti i ragazzi e le ragazze dagli 11 ai 14 anni. Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il 31 gennaio del 1963, il primo ottobre 1963 l’avvio delle lezioni per 600.000 alunni di ogni estrazione sociale. Dopo la Riforma Gentile quella della Scuola Media Unica è stata la prima, grande, riforma democratica. “L’idea che tutti dovessero fare questi tre anni di studio fu un’idea di grandissima portata”, ha aggiunto il ministro Carrozza. Con l’avvio della Scuola Media Unica, nata a seguito di un vitale dibattito parlamentare, il nostro Paese dava infatti avvio ad una fase importante di mobilità sociale e di emancipazione civile. Alla base della nuova legge alcuni articoli mai attuati della Costituzione, in particolare l’articolo 34 che prevedeva l’istruzione obbligatoria per tutti per almeno otto anni. ‘La Scuola Media concorre a promuovere la formazione dell’uomo e del cittadino secondo i principi sanciti dalla Costituzione e favorisce l’orientamento dei giovani ai fini della scelta dell’attività successiva’, recita l’articolo 1 della legge che ha istituito la Media Unica. La nuova Scuola Media riunificava in un unico ambito le possibilità presenti dopo il ciclo primario che obbligava gli studenti anche ad una scelta di vita troppo precoce. Prima del 1963, infatti, per la fascia di età compresa fra gli 11 e i 14 anni era prevista la scelta fra una Scuola Media triennale, istituita dalla riforma Bottai nel 1940, o altre specializzazioni professionalizzanti. Ma mentre la Media triennale, a cui si accedeva con un impegnativo esame di ammissione, consentiva il successivo proseguimento degli studi in tutti i settori dell’istruzione secondaria superiore, i percorsi professionalizzanti no. Con la nuova legge veniva anche abolito l’esame di ammissione alla scuola media, mentre la Licenza media conseguita con il superamento dell’Esame finale permetteva la successiva iscrizione a tutti gli indirizzi di istruzione superiore (FONTE MIUR).

cropped-scuolamica_2012-133.jpg


Lascia un commento

PRESENTAZIONE UFFICIALE DEL NUOVO POF DELL’IC3 PARCO VERDE

IMMAGINE POF

Il POF è la carta di identità di una scuola, il piano di tutti i piani, la meta da perseguire. In tutte le scuole si formulano piani più o meno coerenti con gli obiettivi da raggiungere ma pochi sono veramente “veri” e realmente attinenti all’ambiente di appartenenza. Il pof non deve essere mai il libro dei sogni ma deve essere sempre la bussola per indicare una rotta, un obiettivo di senso. Quest’anno il nostro POF è innovativo e concreto, abbiamo fatto un buon lavoro di progettazione.

BUON LAVORO …. si parte!

pof allegano in versione pdf  POF 2013/14

IL BLOG SUPERA LE 80.000 VISUALIZZAZIONI

Lascia un commento


Un successo!

Se volevamo farci conoscere ci siamo riusciti. Oltre 80.000 sono state le visualizzazioni del nostro blog. Abbiamo raggiunto tutti i continenti: Europa, Asia, Americhe, Africa ed Oceania.

25 paesi in Europa – ITALIA FRANCIA SVIZZERA GERMANIA INGHILTERRA ED ALTRE
7 in Asia  – RUSSIA MALESIA ARABIA S INDIA HONG KONG SINGAPORE FILIPPINE
6 nelle Americhe – USA ARGENTINA BRASILE CANADA VENEZUELA PERU’
3 in Africa –  MOZAMBICO EGITTO TUNISIA
1 in Oceania – AUSTRALIA

This gallery contains 1 photo.

cropped-scuolamica_2012-133.jpg


Lascia un commento

IL NUOVO POF

pof

Martedì verrà presentato ai genitori il nuovo POF  della nostra scuola. Tra le novità spicca la nuova programmazione didattica-educativa PER COMPETENZE, l’apertura di sezioni di scuola primaria a 40 ore settimanali e tanti buoni progetti (ginnastica artistica, minibasket, ecc..), il registro elettronico… e tanto di più. Il tema di quest’anno scolastico sarà l’Ecologia.

si allega la brochure e il nuovo POF 2014

Brochure _2014

pof 2013/14


Lascia un commento

I NOSTRI ALUNNI AL SAN PAOLO

nazionale

 

 

 

 

 

 

I nostri alunni, molti di loro per la prima volta, hanno assistito ad un incontro di calcio in uno stadio. Abbiamo assistito alla partita ITALIA-ARMENIA che ha avuto luogo allo stadio San Paolo di Napoli. Una bella esperienza e una fantastica serata insieme ai nostri campioni e a migliaia di studenti in festa …  peccato per il risultato in campo (2-2).

LA NOSTRA SCUOLA … UNA FABBRICA DI EMOZIONI!

VIDEOGIORNALE LUNASET

Lascia un commento

http://www.lunaset.it/video/9090/via-allanno-scolastico-della-scuola-militare-della-nunziatella

Manifestazione inizio anno scolastico alla Nunziatella. Il comandante ringrazia la collaborazione con le altre scuole prestigiose … Viene ricordata la collaborazione con l’IC3 Parco Verde di Caivano


Lascia un commento

GOODNEWS: LA NUNZIATELLA RICONOSCE L’IC3 PARCO VERDE DI CAIVANO COME SCUOLA “PRESTIGIOSA”…

http://www.lunaset.it/video/9090/via-allanno-scolastico-della-scuola-militare-della-nunziatella

Mattino logo

Nunziatella, Maria Falcone all’inaugurazione dell’anno scolastico

NAPOLI – Si è aperto con un minuto di silenzio in memoria degli immigrati tragicamente deceduti ieri a Lampedusa, l’inaugurazione dell’anno scolastico 2013/2014 della scuola militare Nunziatella di Napoli, giunta al suo 226esimo corso. Nel corso della cerimonia i rintocchi della Campana del dovere, costruita nel 2012, e fusa nella Pontificia Fonderia Marinelli di Agnone.
Nell’introduzione, il comandante Napolitano ha voluto mettere in evidenza i dati sulle attività svolte negli ultimi tre anni caratterizzate da un trend positivo di adesioni e di collaborazioni con altri istituti di prestigio sia nazionali che campani, come quella con l’istituto comprensivo tre del Parco Verde di Caivano (Napoli) del preside Bartolomeo Perna.
«Quello che sta per prendere il via oggi – ha detto il 77esimo comandante della Nunziatella, colonnello Maurizio Napoletano – è un anno scolastico molto impegnativo: abbiamo deciso di migliorare di più l’offerta formativa con una maggiore attenzione verso le università, come la Federico II, con la quale, quest’anno, abbiamo avviato delle collaborazioni, e sarà ancora di più implementata l’attività sportiva. In sostanza si tratterà di un prodotto di più alto livello rispetto agli anni passati».
Prima del suo intervento, la professoressa Maria Falcone, sorella del giudice ucciso dalla mafia a Capaci insieme alla compagna Francesca Morvillo, ha voluto mostrare agli allievi un toccante video, dedicato al fratello, che ne ha ripercorso la vita, il lavoro e la morte.
«Mi auguro che dietro la morte di mio fratello e di Paolo Borsellino non ci sia nient’altro che la mafia» ha detto Maria Falcone, sorella del magistrato ucciso dalla mafia a Capaci. «Ci sono tanti lati oscuri dietro la loro uccisione: le indagini vanno avanti», ha concluso Maria Falcone.
«Sono qui per da voi oggi per trasmettervi una frase pronunciata da Giovanni che rappresenta il suo testamento – ha detto Maria Falcone – “gli uomini passano, ma le idee restano”: sono parole che mio fratello rivolse a Tommaso Buscetta quando gli annunciò che il conto aperto che aveva con la mafia si sarebbe potuto chiudere solo con la sua morte».
La sorella del magistrato ucciso ha esortato gli allievi ad essere protagonisti del cambiamento diventando veri servitori dello Stato, così come lo fu il fratello, anche se, ha voluto sottolineare Maria Falcone, «la criminalità organizzata non si sconfigge solo con la repressione» ma anche e soprattutto «attraverso l’azione della società civile» che «deve, innanzitutto, combattere l’indifferenza, terreno su cui la mafia è cresciuta».
Dopo la consegna dei premi agli allievi e gli ex allievi particolarmente meritevoli il primo rintocco della «campana del dovere», realizzata nel 2012 dalla fonderia Martinelli, ha dato ufficialmente il via all’anno scolastico 2013/2014.
…. LA DICHIARAZIONE DEL COMANDANTE E’ STATA RIPRESA DA TUTTE LE AGENZIE DI STAMPA PRESENTI (IL MATTINO, ANSA)… CHE SODDISFAZIONE E CHE RICONOSCIMENTI…
Il video della manifestazione


Lascia un commento

TUTTI PAZZI PER LA FRUTTA… DI NUOVO PREMIATI

4CAZRGGTKCAHADDHMCA6C6P92CAXXB5FLCAQ0CRC5CAI2VBZWCAYZV074CA5C1QKJCALPRXWZCA7JXL0HCAK4N226CA8HVYD8CA52D2R2CAUALJJMCARYEYCICAD6GUAECA3JE67ACA4JTVGRCA1B06H2Una nostra alunna, BUONO MARIA, vince il premio fotografico TUTTI PAZZI PER LA FRUTTA indetto dal MINISTERO dell’AGRICOLTURA. Anche l’anno scorso due nostri alunni avevano vinto il prestigioso premio nazionale, le loro foto sono state messe in mostra permanente a Roma e Napoli.

I vincitori del premio vincono una vacanza in un agriturismo, a loro scelta, con tutta la loro famiglia…COMPLIMENTI!

LA NOSTRA SCUOLA SEMPRE PIU’ TITOLATA

http://www.tuttipazziperlafrutta.it/

responsabile dell’iniziativa ELISA BERSANI


Lascia un commento

TUTTI A SCUOLA… con il PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

quirinaleLunedì 23 settembre la nostra scuola parteciperà all’evento che si svolgerà a Roma “TUTTI A SCUOLA”

Una nostra delegazione parteciperà alla manifestazione organizzata dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e dal MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE nei giardini del Quirinale.
La nostra scuola si distingue, da sempre in modo positivo, e partecipa alle manifestazioni più importanti in tutt’Italia (come la NAVE DELLA LEGALITA’ svoltasi a PALERMO nel mese di maggio, premio AMMATURO organizzato dalla Questura di Napoli a luglio,  ecc…) per i meriti e non per le negatività (dispersione ed altro), viene riconosciuta da tutti (o da molti) scuola di qualità e di sostanza, scuola innovativa e concreta.

Il preside PERNA, un gruppo di alunni e una docente partiranno in mattinata dalla stazione di Napoli destinazione Roma in rappresentanza di Caivano, delle sue scuole e della sua gente. L’evento sarà trasmesso su tutte le reti nazionali nel pomeriggio ed avrà sicuramente risalto su tutti i giornali e video-notiziari SKY, Mediaset e RAI (prevista la diretta nel pomeriggio su Raiuno)

Il preside PERNA dichiara “……BELLE SODDISFAZIONI PER IL LAVORO CHE QUOTIDIANAMENTE SVOLGONO I NOSTRI ALUNNI, LE NOSTRE FAMIGLIE E TUTTI “NOI” DELL’IC3 PARCO VERDE DI CAIVANO…..”.


1 commento

ALUNNI SOMARI? L’insegnante torna tra i banchi

tratto da LA REPUBBLICA del 14 settembre 2013

Scuola, corsi obbligatori se gli studenti hanno pessimi test Invalsi. È polemica per la novità inserita nel decreto appena varato: riguarda soprattutto gli istituti del sud

Alunni somari? L'insegnante  torna tra i banchi

                                                                                     ALUNNI somari? La “colpa” è dell’insegnante che li ha preparati e che ora va adeguatamente (ri)formato. Sembra questa la logica che ha ispirato un articolo del decreto-scuola inserito nella versione definitiva apparsa sulla Gazzetta ufficiale. Uno di quei “ritocchi” dell’ultimo momento che divide i sindacati, da una parte, e chi invece ne apprezza i benefici, dall’altra.
La sostanza della norma è che in quelle scuole dove i risultati dei test Invalsi sono “meno soddisfacenti”, cioè inferiori alla media nazionale, gli insegnanti si devono sottoporre a un programma di formazione obbligatoria che avrà il compito di aumentare le conoscenze e le competenze degli alunni, ma anche di incrementare le competenze di gestione, di programmazione e informatiche dei docenti.
Soprattutto quelli che lavorano in particolari contesti come le zone a rischio o a forte concentrazione di immigrati. Il tutto, probabilmente, senza un soldo di retribuzione e non si sa neppure per quante ore pomeridiane di lavoro aggiuntivo. L’unica cosa che si sa è che il governo ha stanziato 10 milioni di euro per il 2014.
Ma dov’è che i risultati dei test Invalsi sono più deludenti? Basta dare un’occhiata al report dell’istituto di Frascati pubblicato pochi mesi fa per rendersi conto che è nel meridione d’Italia che scolari e studenti arrancano maggiormente.
Ogni anno, il test Invalsi misura le competenze in Italiano e Matematica degli alunni di seconda e quinta elementare, prima e terza media e secondo anno delle superiori. I due fascicoli proposti agli alunni italiani contengono domande a risposta multipla o aperta, grafici da interpretare, frasi da completare e altri quesiti per saggiare il livello raggiunto dagli alunni e fare dei confronti tra le diverse aree del Paese.
In Sicilia, con una media nazionale a 200 punti, gli studenti di terza media racimolano in Italiano soltanto 186 punti. Punti che diventano addirittura 181 in Matematica per i ragazzini che frequentano le scuole della Calabria. Ma è al secondo anno delle superiori che il divario Nord-Sud diventa evidente. Tra i 183 punti in Italiano degli adolescenti siciliani e i 214 dei compagni lombardi ci sono ben 31 punti di differenza che salgono ancora se si passa alle competenze in Matematica, dove gli studenti della provincia di Trento riescono ad accumulare ben 226 punti che precipitano a 178 se si prendono in considerazione i quindicenni sardi: ben 48 punti di differenza.
Un gap fra regioni settentrionali e meridionali che permane anche nelle altre classi del monitoraggio. E che riguarda anche gli alunni delle periferie delle grandi città: Roma, Milano, Napoli, Palermo. Ma che secondo i sindacati non dipende dalla preparazione dei docenti. “Sgombriamo subito il terreno – dichiara Francesco Scrima, leader della Cisl Scuola – da possibili equivoci: non sta né in cielo né in terra che si possa scaricare sugli insegnanti ogni colpa per risultati scolastici insoddisfacenti, quando è fin troppo evidente che il peso determinante è delle condizioni di contesto. Chi spende il suo lavoro nelle aree di più acuta emergenza sociale non merita di essere fatto oggetto di banalizzazioni di questa portata”.


3 commenti

MANIFESTAZIONE PER L’INIZIO DELL’ANN0 SCOLASTICO

Mattino logo

Caivano, il nuovo anno scolastico al via all’insegna della legalità

Caivano – Lunedì 16 settembre alle ore 11.00 presso l’Istituto Comprensivo 3 “Parco Verde” di Caivano diretto dal dirigente scolastico dott. Bartolomeo PERNA  avrà luogo la cerimonia di apertura dell’anno scolastico 2013/2014 con la partecipazione straordinaria dell’Esercito Italiano con la Fanfara della Brigata Bersaglieri Garibaldi di Caserta e con un Infoteam che illustrerà le possibilità professionali che la Forza Armata offre attraverso i bandi concorsuali.
Un inizio scolastico all’insegna dei valori e della legalità che ha per tema “Dispersione e recupero dei ragazzi nelle aree a rischio”  e collegato alle attività del progetto F3.


Lascia un commento

PACCHETTO PER LA SCUOLA

Roma, 9 settembre 2013

MIUR: “l’istruzione riparte”, varato pacchetto per scuola, università e ricerca

Via libera in Consiglio dei ministri al pacchetto di misure dal titolo “L’Istruzione riparte” proposto dal ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Maria Chiara Carrozza. Il decreto punta a garantire un avvio sereno del nuovo anno scolastico e accademico. Ma anche a gettare le basi per la scuola e l’università del futuro, restituendo ai settori della formazione centralità e risorse.
Sono previsti interventi sul personale scolastico (dai dirigenti, ai docenti di sostegno), sui libri di testo (nell’ottica di un maggiore risparmio, ma anche dell’innovazione), misure a favore del welfare studentesco (borse per trasporti e mensa, accesso al wireless a scuola). Centrali anche la lotta alla dispersione scolastica, la formazione dei docenti, il potenziamento e l’innovazione dell’offerta formativa e il rilancio dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Per gli studenti e le famiglie 

Welfare dello studente:

  • 100 milioni per aumentare il Fondo per le borse di studio degli studenti universitari a partire dal 2014 e per gli anni successivi. Lo stanziamento è dunque consolidato e non temporaneo.
  • 15 milioni vengono stanziati per il 2014 per garantire ai capaci e meritevoli ma privi di mezzi il raggiungimento dei più alti livelli di istruzione. I fondi saranno assegnati sulla base di graduatorie regionali e  serviranno per coprire spese di trasporto e ristorazione. Potranno accedere alle erogazioni gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.
  • 15 milioni spendibili subito per la connettività wireless nelle scuole secondarie, con priorità per quelle di secondo grado. Gli studenti potranno accedere a materiali didattici e contenuti digitali in modo rapido e senza costi.
  • 6 milioni per il 2014 per borse di studio destinate agli studenti iscritti alle Istituzioni dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica. Le borse saranno erogate in base alla condizione economica e al merito artistico degli studenti. È prevista una graduatoria nazionale di assegnazione.

Libri di testo:

  • Per quest’anno scolastico gli studenti potranno utilizzare liberamente libri di testo nelle edizioni precedenti, purché conformi alle Indicazioni nazionali.
  • 8 milioni complessivi (2,7 per il 2013 e 5,3 per il 2014) vengono stanziati per finanziare l’acquisto da parte di scuole secondarie (o reti di scuole) di libri di testo e e-book da dare in comodato d’uso agli alunni in situazioni economiche disagiate.
  • Cambiano le regole sui tetti di spesa: d’ora in poi dovranno essere i dirigenti scolastici ad assicurarne il rispetto non approvando le delibere del collegio dei docenti che ne prevedono il superamento.
  • I testi cosiddetti ‘consigliati’ potranno essere richiesti agli studenti solo se avranno carattere diapprofondimento o monografico.
  • L’adozione dei testi scolastici diventa facoltativa: i docenti potranno decidere di sostituirli con altri materiali.

Lotta alla dispersione:

  • 15 milioni (3,6 per il 2013, 11,4 per il 2014) per la lotta alla dispersione scolastica. Sarà avviato un Programma di didattica integrativa che contempla il rafforzamento delle competenze di base e metodi didattici individuali e il prolungamento dell’orario per gruppi di alunni nelle realtà in cui è maggiormente presente il fenomeno dell’abbandono e dell’evasione dell’obbligo, con attenzione particolare alla scuola primaria.

Orientamento degli studenti:

  • 6,6 milioni (1,6 per il 2013 e 5 per il 2014) per potenziare da subito l’orientamento degli studenti della scuola secondaria di secondo grado. Sarà coinvolto nel processo l’intero corpo docente. Le attività eccedenti l’orario obbligatorio saranno opportunamente remunerate. Anche le Camere di commercio e le Agenzie per il lavoro potranno essere coinvolte. L’orientamento dovrà partire già dal quarto anno. Le scuole dovranno inserire le loro proposte in merito sia nel piano dell’offerta formativa che sul proprio sito.

Potenziamento dell’offerta formativa:

  • 13,2 milioni (3,3 per il 2014 e 9,9 per il 2015) per potenziare l’insegnamento della geografia generale ed economica. Un’ora in più negli istituti tecnici e professionali al biennio iniziale.
  • 3 milioni per il 2014 per finanziare progetti didattici nei musei e nei siti di interesse storico, culturale e archeologico. I bandi sono rivolti alle scuole, ma anche alle Università e alle Accademie delle Belle Arti e nelle Fondazioni culturali. Si potranno ottenere anche cofinanziamenti da parte di fondazioni bancarie o enti pubblici/privati o da altri enti che ricevono finanziamenti dal Miur.
  • Detrazioni fiscali al 19% anche per le donazioni a favore di università e istituzioni di Alta formazione artistica. Le donazioni dovranno riguardare innovazione tecnologica, ampliamento dell’offerta formativa, edilizia.
  • Parte del Fondo per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa sarà vincolato alla creazione o alrinnovamento di laboratori scientifico-tecnologici che utilizzano materiali innovativi.

Tutela della salute a scuola:

  • Ampliato il divieto di fumo a scuola: viene esteso anche alle aree all’aperto, ad esempio i cortili, che sono di pertinenza degli istituti. Vietato anche l’uso della sigaretta elettronica nei locali chiusi delle scuole.

Per il mondo della scuola 

Continuità del servizio scolastico:

  • Cambia la procedura di assunzione dei dirigenti scolastici: saranno selezionati annualmente attraverso un corso-concorso di formazione della Scuola Nazionale dell’Amministrazione.
  • Nel frattempo, nelle regioni in cui i precedenti concorsi per dirigenti scolastici non si sono ancora conclusi, per garantire il regolare avvio dell’anno scolastico, saranno assegnati incarichi temporanei di presidenza areggenti, assistiti da docenti incaricati. Questi ultimi saranno esonerati dall’insegnamento.
  • Sarà definito un piano triennale di immissioni in ruolo del personale docente, educativo ed ATA- Ausiliario tecnico e amministrativo per gli anni scolastici 2014/2016 (69mila docenti e 16mila Ata nel triennio). Il piano terrà conto dei posti vacanti e disponibili in ciascun anno e dei pensionamenti.
  • E’ prevista l’assunzione di 57 dirigenti tecnici (i cosiddetti ispettori) per il sistema della valutazione vincitori dell’ultimo concorso. L’obiettivo è porre rimedio alla scopertura in organico che è di circa l’80%.
  • Si sblocca l’assunzione degli ATA da gennaio 2014.

Docenti di sostegno:

  • Per garantire la continuità nell’erogazione del servizio scolastico agli alunni disabili, si autorizza l’assunzione a tempo indeterminato di docenti di sostegno (oltre 26.000). Si darà così una risposta stabile a più di 52.000 alunni oggi assistiti da insegnanti che cambiavano da un anno all’altro.

Edilizia scolastica:

  • Per far fronte alle carenze strutturali delle scuole o per la costruzione di nuovi edifici le Regioni potranno contrarre mutui trentennali, a tassi agevolati, con la Banca Europea per gli Investimenti, la Banca di Sviluppo del Consiglio d’Europa, la Cassa depositi o con istituti bancari. Gli oneri di ammortamento saranno a carico dello Stato.
  • Gli edifici utilizzati come sede di attività didattica dalle istituzioni scolastiche paritarie gestite da Onlus sono esentate dal pagamento dell’imposta municipale sugli immobili.

Dimensionamento:

  • A partire dall’anno scolastico in corso sarà un accordo in Conferenza Unificata, e non lo Stato, a definire i criteri e le modalità del dimensionamento scolastico.

Formazione dei docenti:

  • 10 milioni per il 2014 per la formazione del personale scolastico. In particolare, la norma punta ad un rafforzamento delle competenze digitali degli insegnanti, della formazione in materia di percorsi scuola-lavoro e a potenziare la preparazione degli studenti nelle aree ad alto rischio socio-educativo.
  • Altri 10 milioni nel 2014 serviranno per l’accesso gratuito del personale docente di ruolo della scuola nei musei statali e nei siti di interesse archeologico, storico e culturale.

Formazione Artistica musicale e coreutica:

  • 3 milioni sono stanziati per il 2014 in favore degli Istituti superiori di Studi Musicali pareggiati al fine di garantire la continuità della didattica e rimediare alle loro difficoltà finanziarie.
  • Sempre per garantire la continuità didattica, i contratti a tempo determinato dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica (Afam) attivati lo scorso anno accademico possono essere rinnovati per il successivo.

Per il sistema universitario e della Ricerca:

Misure di semplificazione:

  • Il cosiddetto bonus maturità è abrogato. Una commissione è attualmente al lavoro per definire proposte alternative per la valorizzazione del percorso scolastico.
  • A partire dall’anno accademico 2013/2014, l’importo dei contratti dei medici specializzandi è determinato acadenza triennale e non più annuale. L’ammissione alle scuole di specializzazione avverrà sulla base di una graduatoria nazionale.
  • La durata del permesso di soggiorno degli studenti stranieri è allineata a quella del loro corso di studi o di formazione, nel rispetto della disciplina vigente sulle certificazioni degli studi e dei corsi formativi.

Qualità della ricerca scientifica:

  • Per valorizzare il merito e l’eccellenza nella ricerca, la quota premiale del fondo di finanziamento degli enti di ricerca (almeno il 7% del Fondo totale) è erogata, in misura prevalente, in base ai risultati ottenuti nel procedimento di valutazione della qualità della ricerca (VQR).
  • Ricercatori, tecnologi e personale di supporto alla ricerca, per un massimo di 200 unità, potranno essere assunti dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia per attività di protezione civile, di sorveglianza sismica e vulcanica, nonché di manutenzione delle reti di monitoraggio.
  • Sono previste misure per facilitare l’assunzione di ricercatori e tecnologi da parte degli enti di ricerca.


Lascia un commento

RISULTATI INVALSI

L’INVALSI ha restituito i dati acquisiti con le prove svolte nel mese di maggio dai nostri alunni. I risultati sono non incoraggianti ma neanche troppo negativi. Dalla lettura attenta dei dati emerge con chiarezza che la nostra scuola è vicina ai parametri medi delle altre scuole del sud ma molto distante da quelle del nord. Bisognerà lavorare tanto per eliminare questo odioso gap e dare ai nostri allievi le pari opportunità in ambito formativo e, soprattutto, nell’ambito dei risultati, ovvero nelle competenze acquisite.

Si allega file delle tabelle di rilevazione dei dati: RISULTATI INVALSI 2012 


Lascia un commento

ASSEGNAZIONE AI PLESSI E ATTRIBUZIONE INCARICHI: decide il Dirigente Scolastico

La Corte di Appello di Napoli (sez. lavoro) con la sentenza n. 5163/2013 ha stabilito che le materie di cui all’art. 6, comma 2, lettere h), i) ed m) del CCNL scuola non sono oggetto di contrattazione integrativa di istituto. Gli articoli del CCNL di cui si parla sono:

h. modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell’offerta formativa e al piano delle attività e modalità di utilizzazione del personale ATA in relazione al relativo piano delle attività formulato dal DSGA, sentito il personale medesimo;
i. criteri riguardanti le assegnazioni del personale docente, educativo ed ATA alle sezioni staccate e ai plessi, ricadute sull’organizzazione del lavoro e del servizio derivanti dall’intensificazione delle prestazioni legate alla definizione dell’unità didattica.

Ritorni pomeridiani

m. criteri e modalità relativi alla organizzazione del lavoro e all’articolazione dell’orario del personale docente, educativo ed ATA, nonché i criteri per l’individuazione del personale docente, educativo ed ATA da utilizzare nelle attività retribuite con il fondo di istituto

I passaggi fondamentali della sentenza di Napoli riguardano quindi l’assegnazione ai plessi e l’attribuzione degli incarichi da parte del dirigente, che sono di sua esclusiva competenza e sui quali quindi non c’è contrattazione sindacale: “Le materie di cui alle lettere h), i) ed m) non riguardano la regolamentazione degli obblighi o dei diritti che incidono in via diretta sul rapporto di lavoro ma la definizione di regole riguardanti l’organizzazione degli uffici o la gestione di attività particolari quali quella retribuita con il fondo d’istituto. La ratio legis degli ultimi interventi normativi tende a rafforzare notevolmente le prerogative dirigenziali e pertanto si porrebbe in insanabile contrasto con la attribuzione alla contrattazione (nazionale e/o integrativa) proprio dell’attività di determinazione dei criteri per l’individuazione e l’assegnazione del personale agli uffici ed alle attività di cui alle lettere h), i) ed m) in cui maggiormente si realizza il ruolo organizzativo del dirigente. Il legislatore, nella scelta dell’espressione “misure inerenti la gestione delle risorse umane” contenuta nell’art. 5, co. 2 del D.lgs. 165/2001, ha volutamente utilizzato una dizione generica che ricomprendesse l’insieme delle attività necessarie all’espletamento del potere organizzativo/gestionale sia attraverso la determinazione di criteri, sia tramite l’emanazione di provvedimenti sia attraverso la definizione di procedure. Il Dirigente scolastico è pienamente legittimato a escludere dall’ambito della contrattazione collettiva integrativa le materie di cui alle lettere h), i) ed m) in virtù dell’attribuzione delle stesse alle sue dirette prerogative.”

L’ANP commenta così la decisione del tribunale di Napoli:” Questa sentenza pone anche un punto fermo in materia di relazioni sindacali circa il confine tra materie oggetto di contrattazione e materie che rientrano in via esclusiva (salvo informazione preventiva se prevista) tra i poteri organizzativi del dirigente scolastico. Sono trascorsi oramai tre anni dall’inizio dei fatti. I contratti integrativi di istituto sono stati fortemente smagriti per finanziare gli scatti automatici di anzianità in completa controtendenza rispetto alla necessità di premiare il merito. I sindacati del Comparto Scuola se la pigliano con i dirigenti che rispettano la legge sulle materie contrattabili nonostante le risorse contrattuali da distribuire ai più bravi siano sempre di meno.” E ancora: “Su tali materie il dirigente scolastico è tenuto a elaborare autonomamente i criteri e le modalità relative alle misure organizzative e di gestione del personale e, naturalmente, deve anche rendere informazione preventiva alla parte sindacale prima di adottare i relativi provvedimenti. Questa interpretazione – l’unica ragionevole e coerente con il quadro ordinamentale relativo alle amministrazioni pubbliche contrattualizzate per effetto della legge 421/1992 e, più di recente, innovato dal d.lgs. 150/2009 – stenta ad essere accettata dalle organizzazioni sindacali perché non consente più loro di attuare, come invece accadeva in passato, alcuna forma di cogestione delle scuole. L’attività gestionale, infatti, è rimessa alla esclusiva responsabilità del dirigente scolastico che, ricordiamo, è l’unico soggetto responsabile dei risultati del servizio.”

file sentenza tribunale di NAPOLI  sencoapna5163_13


Lascia un commento

PROPOSTE DI PROGRAMMAZIONE E DI PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PER COMPETENZE

I dipartimenti della scuola primaria e della scuola dell’infanzia hanno elaborato delle proposte per la programmazione e la progettazione educativo-didattica per competenze molto interessanti. Allego i documenti che verranno presentati al collegio nei prossimi giorni. La nostra scuola è una scuola in movimento, sempre al passo dei tempi ed innovativa.

SCUOLA PRIMARIA   istituto-comprensivo-3-parco-verde-caivano-relazione-modificata2 + sostegno SOSTEGNO + PROPOSTE DI PROGRAMMAZIONE E DI PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PER COMPETENZE PowerPoint

SCUOLA INFANZIA    relazione di inizio (1)

MANCA LA PROPOSTA DELLA SCUOLA MEDIA


Lascia un commento

EDILIZIA E SICUREZZA DELLE SCUOLE

Edilizia scolastica e sicurezza: dal D.L. “FARE” un’opportunità per i dirigenti

Con il D.L. 21 giugno 2013, n. 69, Disposizioni urgenti per il rilancio dell’economia “Fare” (GU n.144 del 21-6-2013 – Suppl. Ordinario n. 50) sono state stanziate risorse per innalzare il livello di sicurezza degli edifici scolatici. L’art. 18, commi da 8 a 8 septies, stabilisce che le amministrazioni comunali e provinciali possono presentare entro il 15 settembre alle Regioni «progetti esecutivi immediatamente cantierabili di messa in sicurezza, ristrutturazione e manutenzione straordinaria degli edifici scolastici». A loro volta le Regioni dovranno stabilire una graduatoria delle situazioni più critiche da presentare al MIUR entro il 15 ottobre 2013. Par di capire che detti progetti saranno finanziati con le risorse disponibili in base alla ripartizione regionale dell’ammontare complessivo stanziato dalla Legge (150 mln per il 2014).

I dirigenti possono cogliere l’opportunità per ribadire agli enti locali le richieste di messa in sicurezza degli edifici delle loro istituzioni scolastiche. Queste richieste, ai sensi del terzo comma dell’art. 18 del D.Lgs. 81/2008, sollevano dalle responsabilità connesse alla normativa antinfortunistica.


Lascia un commento

COMUNICAZIONI INTERNE: calendario delle attività di settembre

Calendario delle attività di settembre

2 settembre – presa di servizio ore 10 – ATTENZIONE: SOLO PER I TRASFERITI E PER I DOCENTI CON ASSEGNAZIONE/UTILIZZAZIONE
3 settembre – collegio dei docenti ore 10 – TUTTI

gli impegni nei giorni successivi saranno resi noti durante il primo collegio

12 settembre – inizio delle attività didattiche (finalmente inizia la scuola) , le prime classi (scuola dell’infanzia, primaria e media) inizieranno alle ore 9.30, per tutte le altre orario 8.30 – 12.30 fino al 30/9… salvo modifiche

16 settembre – manifestazione apertura anno scolastico con le autorità ore 11 presso i giardini della direzione


Lascia un commento

DISABILITA': MATERIALI on line

Il Ministero della P.I. ha messo a disposizione un file nel quale ha inserito una lista di siti web di scuole e enti di formazione che hanno prodotto materiale per supportare gli insegnanti nel loro quotidiano lavoro con i bambini con disabilità.

si allega file per consultare il materiale e scaricarlo gratuitamente  disabilita_azione 6